Crea sito

Pandoro – Ricetta classica

by

Buongiorno! oggi voglio mostrarvi la mia ultima fatica: il pandoro fatto in casa, con sfogliatura. Buonissimo, soffice e sfogliato, ottimo da mangiare da solo o con una bella tazza di latte. Il procedimento è un pò lungo e laborioso, ma il risultato mi ha ripagato di ogni sforzo! 🙂 La ricetta è di GialloZafferano, ho però modificato un pò i tempi di cottura.

pandoro fatto in casa sabry in cucina

INGREDIENTI (per un pandoro da 1 kg):

  • 450 gr di farina manitoba
  • 18 gr di lievito di birra in cubetto
  • 125 gr di zucchero + un cucchiaio
  • 3 uova intere
  • un tuorlo
  • 170 gr di burro
  • un pizzico di sale
  • aroma alla vaniglia
  • 60 ml di latte + 3 cucchiai

PROCEDIMENTO:

Sciogliamo 15 gr di lievito di birra in 60 ml di latte tiepido. Mettiamoli in una terrina, aggiungiamo un tuorlo, 50 gr di farina (presi dalla dose totale) ed un cucchiaio di zucchero.  Amalgamiamo il tutto e copriamo con pellicola, lasciandolo riposare circa un’ora (fino al raddoppio). In seguito, sciogliamo i 3 gr di lievito di birra rimasti in un cucchiaio di latte ed aggiungiamolo al composto. Aggiungiamo anche 100 gr di zucchero, un uovo intero ed amalgamiamo il tutto assieme a 200 gr di farina. Uniamo poi 30 gr di burro morbido ed amalgamiamo il tutto, formiamo una palla e lasciamola riposare un’ora. Riprendiamo poi l’impasto ed aggiungiamo altri 200 gr di farina, 2 uova, 25 gr di zucchero, un pizzico di sale e la vaniglia, impastando bene il tutto ripiegando l’impasto su se stesso e mettendolo in una ciotola unta di burro a lievitare, coperto da pellicola fino al raddoppio. Una volta raddoppiato, mettiamo in frigorifero per 8-12 ore.

PROCEDIMENTO PER LA SFOGLIATURA:

Passate le ore, prendiamo l’impasto, stendiamolo con il mattarello formando un quadrato ed al centro distribuiamo 140 gr di burro molto morbido. Chiudiamo gli angoli su se stessi, sigillando bene e schiacciamo delicatamente con il mattarello. Formiamo un rettangolo, spianiamolo leggermente, pieghiamolo in 3 e mettiamo in frigo (in un sacchetto per alimenti) per 15 minuti. Estraiamo l’impasto dal frigo, stendiamo delicatamente l’impasto, pieghiamolo di nuovo in 3 e rimettiamo in frigo ben coperto altri 15 minuti. Procedete così un’altra volta. Dopo il riposo in frigo, estraiamo per l’ultima volta l’impasto, pieghiamo i bordi verso l’interno per formare una palla poi ungiamoci le mani con il burro e rotoliamo la palla sulla spianatoia per dargli forma sferica. Ungiamo uno stampo da pandoro con il burro e mettiamo delicatamente il nostro impasto all’interno. Copriamo e facciamo lievitare finchè non raggiunge il bordo dello stampo (dipende dalla temperatura di casa, a me ci sono volute quasi 9 ore). Una volta che sarà arrivato al bordo, preriscaldiamo il forno a 170° con una ciotola d’acqua all’interno, una volta caldo inforniamo il nostro pandoro (nella parte più bassa del forno) per 15 minuti, poi abbassiamo la temperatura a 160° e proseguiamo la cottura per 40-45 minuti (facciamo la prova stecchino, se esce asciutto è cotto). Estraiamo il pandoro dal forno, facciamolo freddare completamente, togliamolo dallo stampo e decoriamo con zucchero a velo. Si conserva qualche giorno in una busta per alimenti ben chiusa.

8 Comments on Pandoro – Ricetta classica

  1. i pasticci di caty
    17 dicembre 2013 at 11:12 (5 anni ago)

    Bravissima tesoro! 🙂 io non l’ho mai fatto…bravissima!

    Rispondi
    • Sabrina
      18 dicembre 2013 at 21:18 (5 anni ago)

      🙂 grazie tesoro, come primo pandoro mi è piaciuto un sacco anche farloooo!! 🙂

      Rispondi
  2. Angelica
    17 dicembre 2013 at 14:48 (5 anni ago)

    Adoro il pandoro!! Provero a farlo! Complimenti!! un salutone!!

    Rispondi
    • Sabrina
      18 dicembre 2013 at 21:19 (5 anni ago)

      grazie Angelica, fammi sapere!! 🙂

      Rispondi
  3. Alice P.
    17 dicembre 2013 at 15:41 (5 anni ago)

    Trooooopppo deliziosooooooo, grazie grazie della ricettina ^^

    Rispondi
    • Sabrina
      18 dicembre 2013 at 21:19 (5 anni ago)

      grazieeeeee tesoro!! 🙂

      Rispondi
  4. tatam
    18 dicembre 2013 at 02:02 (5 anni ago)

    Adoro il pandoro, per me il panettone non esiste!
    Questo tuo e’ stupendo e mi devo decidere di provarlo anche io.
    Bravissima Sabry. Complimenti.
    Ciao 🙂

    Rispondi
    • Sabrina
      18 dicembre 2013 at 21:20 (5 anni ago)

      grazie Francesca, anche per me il pandoro è un must di natale! Grazie ancora, un bacio

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*