Crea sito

Fricchiò all’anconetana

by

Fricchiò all’anconetana, un contorno gustosissimo e con le ultime verdure di stagione! Si accompagna a carne o pesce, oppure uova, è facile, gustoso ed anche economico. Una specie di peperonata tipica dell’anconetano, molto saporita. Nella ricetta originale sono previste le patate, oggi poco utilizzate. Colorato, succulento, si copre e si lascia cuocere da solo! Il fricchiò all’anconetana mi è piaciuto tantissimo, penso lo farò spesso! Accompagnato da una bella fetta di pane casareccio, diventa un piatto tradizionale buonissimo, da fare la scarpetta 🙂 Con i pomodori si creerà un sughetto tutto da pucciare, delizioso e cremoso. Ecco la ricetta per preparare un ottimo fricchiò all’anconetana.

fricchiò all'anconetana

Fricchiò all’anconetana

INGREDIENTI (per 3 persone):

  • Una melanzana
  • Un peperone
  • 3 zucchine piccole
  • una cipolla
  • 3 patate piccole
  • un bicchiere scarso di olio extravergine d’oliva
  • sale
  • 3 pomodori

PROCEDIMENTO:

Laviamo tutte le verdure, spuntiamo le zucchine, sbucciamo la cipolla, sbucciamo le patate, mondiamo la melanzana e togliamo il picciolo ai pomodori. Eliminiamo i filamenti ed i semini del peperone. Affettiamo la cipolla sottilmente e tagliamo a spicchietti i pomodori. In una larga padella, scaldiamo l’olio extravergine d’oliva assieme a tre cucchiai di acqua. Facciamo appassire la cipolla assieme ai pomodori ed un pizzico di sale a fiamma bassa. Nel frattempo, tagliamo a falde i peperoni e poi a metà, tagliamo a tocchetti di uguale grandezza le patate, le zucchine e la melanzana. Appena la cipolla si sarà appassita, versiamo tutte le verdure tagliate nella padella, aggiungiamo un bel pizzico di sale, mettiamo il coperchio e proseguiamo la cottura circa 30 minuti, a fiamma bassissima. Mescoliamo un paio di volte con un cucchiaio di legno. Quando le verdure saranno cotte ma non sfatte, il nostro fricchiò all’anconetana è pronto.

SEGUI SABRY IN CUCINA

SU FACEBOOK

SU GOOGLE +

SU PINTEREST

SU TWITTER

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.