Ecco una ricetta tipica della regione Abruzzo: i Fiadoni. Sono dei ravioli salati ripieni di formaggi e uova, molto saporiti, che si preparano in occasione della Pasqua. Non è raro trovarli anche in altri periodi dell’anno. Si chiamano fiadoni perchè, avendo un’incisione sulla superficie, durante la cottura il ripieno si gonfia fino ad “eruttare” come lava. Li ho mangiati per la prima volta a Capodanno a Tagliacozzo, ed oggi ve li propongo come tradizione abruzzese vuole. Ho visto nel web centinaia di ricette dei fiadoni, l’unica prettamente originale è di Lasius.

[banner]

INGREDIENTI (per circa 20 fiadoni):

per la sfoglia:

  • 500 gr farina 0
  • 1 uovo intero
  • 110 gr di vino bianco
  • 95 gr olio d’oliva
  • un pizzico di sale
  • un tuorlo sbattuto per spennellare

per il ripieno:

  • 250 gr di formaggio grattugiato (85 gr di pecorino, 85 gr di parmigiano e 85 gr di rigatino abruzzese)
  • 2 uova intere
  • pepe

PROCEDIMENTO:

Prepariamo la sfoglia mettendo tutti gli ingredienti (tranne il tuorlo per spennellare) in una terrina e mescoliamo energicamente. Formiamo un panetto e lasciamolo riposare. Nel frattempo prepariamo il ripieno: in una terrina mescoliamo i formaggi grattugiati, le uova ed il pepe ed amalgamiamo fino ad ottenere un composto malleabile. A questo punto, possiamo stendere la sfoglia. Se avete la macchina per la pasta, stendete la sfoglia alla penultima tacca. Altrimenti, come ho fatto io, stendete la sfoglia con il mattarello ad uno spessore di 2 mm. La pasta sarà un pò dura, non siate tentati ad aggiungere altro liquido, dovrà essere così. Accendete il forno a 180°. Ora, sulla sfoglia, disponiamo tanti mucchietti di ripieno distanziati l’uno dall’altro (come si fa per i ravioli). Intorno al ripieno passiamo il dito inumidito d’acqua e ripieghiamo la sfoglia su se stessa, sigillando bene i bordi dei fiadoni. Con un tagliapizza o una rondella dentellata, tagliamo la pasta girando intorno al ripieno, formando una mezzaluna. Con l’aiuto delle dita pigiamo ancora sui bordi per sigillare, disponiamo i nostri fiadoni su carta forno, incidiamo la superficie e spennelliamoli con il tuorlo. Inforniamo in forno caldo per circa 20 minuti (fino a doratura). Serviteli tiepidi o a temperatura ambiente. Si conservano più giorni sotto una campana di vetro.

[banner network=”adsense” type=”default”]

 

5 Commenti su Fiadoni abruzzesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.