Crea sito

Cornetti soffici con nutella – Ricetta lievitato

by

Buongiorno! la colazione di oggi sono i cornetti soffici con Nutella! Li ho preparati con il lievito madre, sofficissimi e golosi! e poi, si preparano la sera, la mattina si infornano e sono pronti in 20 minuti! Cosa aspettate a prepararli? 🙂 La ricetta l’ho scopiazzata alla mia amica Luigia del Blog Cucinare con Amore… grazie Luigia! 🙂

cornettinutella

INGREDIENTI (PER 12 CORNETTI MEDI):

  • 300 gr di farina Manitoba
  • 200 gr di farina 00
  • 2 uova
  • 80 gr di zucchero
  • 120 ml di latte
  • 20 ml di acqua
  • 70 ml di olio di mais
  • aroma alla vaniglia
  • 100 gr di lievito madre rinfrescato (Oppure un cubetto di lievito di birra)
  • un pizzico di sale

per farcire e decorare:

  • nutella q.b.
  • un tuorlo + un cucchiaio di latte

PROCEDIMENTO:

In una terrina mescoliamo le due farine con lo zucchero, al centro mettiamo le uova, il latte e l’olio di mais, e cominciamo ad impastare. Aggiungiamo il lievito madre, l’acqua e l’aroma alla vaniglia, impastiamo bene con le mani e per ultimo aggiungiamo il sale. Facciamo incordare bene l’impasto, formiamo una palla liscia e non appiccicosa e stendiamola molto sottile con il mattarello. Tagliamo tanti triangoli (circa 12) e, nella parte bassa di ogni triangolo (la base larga) mettiamo un cucchiaino di nutella. Arrotoliamo dalla parte larga verso la punta, sigillando bene i bordi e formando i cornetti. Disponiamoli su carta forno e copriamoli con un canovaccio. Lasciamo lievitare fino al raddoppio (6-8 ore). Quando saranno raddoppiati, accendiamo il forno a 180°, spennelliamo i cornetti con tuorlo e latte ed inforniamoli nel forno caldo per circa 20 minuti. Sforniamo, lasciamo freddare e serviamo. Si conservano bene in buste di carta oppure sotto una campana.

PER IL PROCEDIMENTO CON LIEVITO DI BIRRA:

Sciogliamo il lievito nel latte tiepido. Mettiamo le farine a fontana con lo zucchero, aggiungiamo il latte ed il lievito, l’olio, le uova e cominciamo ad impastare, aggiungiamo l’aroma alla vaniglia e l’acqua ed impastiamo per bene per far incordare l’impasto. Formiamo una palla, coprimola e lasciamola lievitare un’ora. Stendiamola sottilmente con il mattarello. Tagliamo 12 triangoli, farciamoli con nutella e arrotoliamoli. Disponiamoli sulla placca da forno e copriamo di nuovo con un canovaccio, lasciando lievitare un’ora (fino al raddoppio). Accendiamo il forno a 180°. Quando sarà caldo, spennelliamo i cornetti con il tuorlo ed inforniamo per 20 minuti.

12 Comments on Cornetti soffici con nutella – Ricetta lievitato

  1. Rist.Omar
    28 Settembre 2013 at 09:54 (6 anni ago)

    Per un ottimo buongiorno, degli cornetti di buona golosità, complimenti.

    Rispondi
    • Sabrina
      29 Settembre 2013 at 08:48 (6 anni ago)

      Buongiorno! grazie mille! 🙂

      Rispondi
  2. Sonsoles
    28 Settembre 2013 at 21:49 (6 anni ago)

    Uauuu!!! qué cosa más rica, me pido dos…:)

    Rispondi
    • Sabrina
      29 Settembre 2013 at 08:49 (6 anni ago)

      ahahah gracias Sonsoles, ¿Eres codicioso? 😀

      Rispondi
  3. Paola
    29 Settembre 2013 at 22:03 (6 anni ago)

    Deliziosi ne prendo due per domattina grazie!

    Rispondi
    • Sabrina
      30 Settembre 2013 at 09:12 (6 anni ago)

      ahahaha va bene cara!! grazie!

      Rispondi
  4. Alessandra
    9 Ottobre 2013 at 17:20 (6 anni ago)

    Sembrano buonissimi; li voglio preparare stasera dato che ho appena rinfrescato il mio lievito madre. Quindi possio impastarep dopo cena, dare la forma e lasciare lievitare tutta la notte e cuocere domani mattina? Grazie

    Rispondi
    • Sabrina
      9 Ottobre 2013 at 17:25 (6 anni ago)

      esattamente cara, li lasci lievitare tutta la notte, domattina presto li spennelli con il tuorlo e li inforni! 🙂 (tieni conto che se li fai alle 10 di stasera, domattina massimo entro le 7 e 30 dovrai infornarli, altrimenti lievitano troppo 😉 ) fammi sapere! 😀

      Rispondi
      • Alessandra
        10 Ottobre 2013 at 09:12 (6 anni ago)

        Li ho sfornati e mangiati per colazione. Devo dire che sono venuti buoni di sapore, forse solo un po’ compatti, ma non massoni, comunque leggeri. Io ero abituata a impastare con il lievito di birra; forse è normale che il lievito madre dia risultati diversi o forse il mio è ancora troppo giovane. Ho letto che per i lievitati più complessi (con uova, burro,..) è meglio usare un lievito più maturo (il mio ha quasi un mese). Tu che ne pensi.? Un’ altra domanda con un lievito giovane se volessi fare il pane è meglio optare per le piccole pezzature(panini) o posso indifferentemente fare un’ unica forma o filone? Grazie e scusami per tutte queste domande.

        Rispondi
        • Sabrina
          10 Ottobre 2013 at 09:26 (6 anni ago)

          Buongiorno cara! effettivamente c’è differenza tra l’utilizzo del lievito di birra e la pasta madre 😉 visto che la tua pasta madre è giovane è normale che i lievitati dolci (complessi, come hai detto tu) vengano un pò compatti i primi tempi. La mia pasta madre ha 4 mesi, all’inizio i dolci mi venivano molto compatti, buoni ma non alveolati. Il pane, invece, veniva discretamente. Solo dal 2° mese di vita il mio lievito madre ha cominciato a dare buoni risultati. Ora il pane mi viene alveolato e leggero, i lievitati dolci devono ancora migliorare, ma già son meglio di prima 😉 Per il pane puoi tranquillamente fare da subito filoncini o pagnottelle, non cambia 😉 Una cosa che ha dato una buona spinta al mio lievito madre è stato rinfrescare con la farina manitoba. Dura di più in frigorifero, è meno acido e cresce bene 😉 un abbraccio!

          Rispondi
          • Alessandra
            10 Ottobre 2013 at 10:40 (6 anni ago)

            Grazie per le delucidazioni. Ho letto che bisogna rinfrescare il lievito con la farina che poi si userà per l’impasto. Anch’ io all’ inizio in effetti rinfrescavo solo con manitoba; pensi che sia da preferire alla farina 0? ; se poi devo impastare con farina 00 come mi comporto? Visti le mie difficoltà da principiante a regolarmi con i tempi di lievitazione, potresti magari indicare nelle prsiime ricette la tua tabella “di marcia” (tipo rinfreso alle ore.., impasto alle ore.., etc.)? Con il lievito di birra mi sembrava tutto più semplice, ma non vorrei demordere proprio all’inizio; spero che prima poi i risultati di tanta fatica vengano. Ciao a presto

  5. Sabrina
    10 Ottobre 2013 at 10:49 (6 anni ago)

    Rinfrescare con una farina e poi utilizzarne un’altra per l’impasto non fa differenza 😉 le prossime ricette le scriverò più dettagliate, anzi, è anche meglio! 😉 Non demordere, il tuo lievito ti darà tantissimo pane e dolci!! 😀 un bacione!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.