Gamberi in salsa di manioca (Bobó de camarão)

Il bobó de camarão – una delle grandi icone della cucina di Bahia – è un piatto di origine africana, ed è probabilmente una variante del itepé (crema di yam con gamberetti essiccati), piatto rituale del Candomblé, religione portata dagli schiavi africani.
Originariamente molto povero, preparato dagli schiavi per saziare la fame, questo piatto è uno dei cosiddetti cibi morbidi (pappa addensata con farina, radici o tuberi), così come il pirão (angu). Nei giorni d’oggi il bobó è un piatto ricco e raffinato: una crema di manioca con gamberi, profumata al latte di cocco e all’olio di palma. Può essere servito come antipasto o piatto principale, accompagnato da riso bianco, ma è anche molto buono con farofa e insalata.
La parola bobó deriva da bovô, della lingua nigero-congolese fongbê.
Fonte: NASCENTES, Antenor. Dicionário Etimológico Resumido, Instituto Nacional do Livro M.E.C., Rio de Janeiro, 1966, pp. 105. Consultato  online il 14 luglio 2017.

Receita em portuguêsEnglish-language version recipe

Ingredienti
• 1 kg di gamberi crudi con il guscio (medi o grandi)
• 1 kg di manioca (circa 800 g di manioca sbucciata)
• 4 cucchiai di olio d’oliva
• 1 cipolla media tritata
• 2 spicchi d’aglio tritati
• 3 pomodori maturi pelati, senza semi e tritati
• 2 cucchiai di cipollotti verdi tritati
• 2 cucchiai di prezzemolo tritato
• 2 cucchiai di coriandolo fresco tritato
• 1 foglia di alloro
• 200 ml di latte di cocco
• 1 cucchiaio di olio di palma
• succo di ½ lime
• sale e pepe
• peperoncino tritato

Procedimento

1. Lavare, sgusciare e rimuovere il filo nero (intestino) sulla schiena dei gamberetti con l’aiuto di uno stuzzicadenti. Condire con sale, pepe e succo di limone e mettere da parte.
2. In un pentolino far tostare per qualche minuto i gusci dei gamberi con un filo d’olio. Aggiungere 500 ml di acqua e far bollire per 5-10 minuti. Lasciar raffreddare e passare al setaccio per eliminare i gusci.
3. Tagliare la manioca a tronchetti e sbucciarla. Tagliate i tronchetti a metà, eliminare il “cordone” fibroso centrale di ogni tronchetto e ridurre la polpa in piccoli pezzi. Clicca qui per vedere come si pulisce la manioca.
4. In una pentola unire la manioca, il brodo dei gamberetti, aggiungendo un po’ d’acqua per coprire i pezzi di manioca. Cuocere con un coperchio finché la manioca non sia diventata morbida e inizia a sfaldarsi.
5. Unire il latte di cocco alla manioca lessata ancora calda e schiacciare con una forchetta o frullare fino a ottenere un purè denso.
6. In una pentola capiente rosolare la cipolla con l’olio finché non sia diventata morbida, poi aggiungere l’aglio, il peperoncino, i pomodori, i cipollotti, il prezzemolo, il coriandolo e la foglia d’alloro. Lasciar appassire a fiamma dolce, poi aggiungere i gamberetti e far cuocere per qualche minuto.
7. Unire il purè di manioca al soffritto di gamberi e mescolare bene. Aggiungere l’olio di palma, eliminare la foglia di alloro, assaggiare e aggiustare il condimento. Se è troppo denso aggiungere un po’ d’acqua o di latte di cocco.
8. Servire in una pentola di terracotta accompagnato da riso bianco.

Varianti:
• Cospargere con anacardio tritato.
• Aggiungere ¼ di peperone rosso tritato fine o frullato al soffritto della cipolla.
• Aggiungere un po’ di gamberetti essiccati (idratati e macinati) al soffritto.
• Utilizzare 500 g di carne di pollo al posto di gamberi.

Rendimento: 4 – 6 porzioni