Mangiare sano

Mangiar sano e naturale vuol dire volersi
bene

Negli ultimi anni c’è stata una ricerca per
mangiare sempre più sano: non a caso sono
nati tanti agriturismi dove si cucina e si mangia
ciò che si produce: carne dei propri allevamenti,
verdure dei propri orti e altri prodotti genuini
come formaggi, olio, vino. A dispetto
dell’industria, che ci propina spot pubblicitari
con attori sorridenti e famiglie perfette che
fanno colazione intorno ad un tavolo imbandito
di dolciumi “sani, morbidi e profumati”. Tutti
sanno che quello che ingurgitano non sono
altro che formule chimiche, tanti bei numerini e
letterine, come E127 (l’Eritrosina) che si trova

nei biscotti, caramelle, gelati e se assunta in
alte dosi può causare problemi alla tiroide.
Attenzione a quello che compriamo e non
prendiamo per buono quello che vogliono
venderci. Ragioniamoci sopra: se una
merendina resta morbida per tanto tempo
dentro una bustina di plastica, non è la plastica
che è miracolosa, ma quello che il prodotto
contiene cioè veleno puro.Preparare cibi sani
C’è una soluzione a questo: oltre a conoscere e
quindi evitare di comprare cibi che la
contengono, possiamo tornare alle cose
genuine dei nostri nonni. Possiamo cominciare
a mettere le “mani in pasta” per fare pane e
sostituire con dolci sani le merendine per i
nostri figli e nipoti. Naturalmente dovremo
utilizzare farine biologiche ‘vere’, magari
andandole a reperire nei molini. Ora so già che
la maggior parte di voi dirà “e dove lo trovo un
molino vicino a me? E il tempo di fare il pane chi
ce l’ha?”. Credetemi è tutta una questione di
organizzazione. Il fine settimana ci facciamo una
bella passeggiata con la famiglia e andiamo a
visitare un molino, così facciamo vedere ai
nostri figli da dove arriva la farina. Facciamone
una scorta e sarà una gita istruttiva, oppure la
compriamo online, come facciamo ormai per
tanti prodotti. Il pane quando lo faccio? Una
volta a settimana oppure ogni 10 giorni e lo
conserviamo in freezer.

Precedente Perchè fare il pane fatto in casa Successivo Le farine guida pratica sulla scelta e utilizzo