Le origini della torta di mele

La Torta di Mele è uno dei dolci più
conosciuti al mondo, se non il più famoso.
Molte ricerche danno alla Torta di Mele origini
anglosassoni. Venne resa famosa con la
colonizzazione dei territori americani da parte
degli inglesi e piacque talmente che divenne
una icona nazionale tanto da prendere il nome
American Pie, e per dire di un americano di
puro sangue viene detto “AMERICAN AS AN
AMERICAN PIE”, cioè americano come la torta di
mele. A renderla tale ci pensò, anche, Walt
Disney, che con i suoi fumetti ha disegnato da
sempre una campagnola Nonna Papera intenta
a preparare la famosa torta, Apple Pie, che

metteva a raffreddare sul davanzale della
finestra, e immancabilmente il goloso Ciccio la
mangiava.
La torta di mele nel Medioevo
In realtà se andiamo a ritroso nel tempo
troviamo la Torta di Mele già nel 1300
francese. In uno dei primi libri di ricette del
famoso cuoco Guillaume Tirel detto
TAILLEVENT, troviamo la descrizione di come
eseguirla, ovviamente con ingredienti che si
usavano a quei tempi, come le cipolle appassite,
che venivano inserite insieme alle mele per
dare più dolcezza. Francese, TARTE TATIN,
inglese, CRUMBLE DI MELE, americana, APPLE
PIE. Qualunque sia la sua origine, la Torta di
Mele è un dolce classico anche nella
tradizione italiana e così come la nostra
penisola è territorialmente diversa da nord a
sud così tante ricette diverse abbiamo: lo
strudel, la crostata di mele o la Torta di
Mele lievitata, con le mele sopra, sotto o
all’interno. Ogni regione ha la sua specialità e
ogni famiglia segue la sua da generazioni:
comunque la più buona resta sempre la Torta
di Mele della mamma!
Se non avete una ricetta che vi segue fin
dall’infanzia vi lascio la mia, fate finta che ve l’ha
tramandata vostra nonna!
Come fare una torta di mele: ricetta Ingredienti
300 g di farina Tipo 1 (vostra nonna non
aveva farine raffinate)
200 g di zucchero ( meglio di canna, anche se
allora non era così famoso) + 2 cucchiai per
metterlo sopra 1 bustina di lievito per dolci
3 uova
130/150 g di acqua o latte (i grammi variano
se usiamo la farina più “rustica”)
100 g di olio di oliva
3 mele (a voi la scelta, gialle o rosse, a vostro
gusto)
La buccia grattugiata di un limone più il succo
Preparazione
Montate le uova con lo zucchero, unite il latte (o
acqua), l’olio e poi la farina con il lievito un poco
alla volta. Prendete uno stampo, imburratelo e
infarinatelo, poi versate il composto e unite le
mele tagliate a fette( precedentemente messe
con il succo di limone per non farle annerire),
disponetele a raggiera e cospargetele con lo
zucchero (a gusto potete mettere un po’ di
cannella), infornate a 180 gradi per 40/50
minuti (dipende dal vostro forno), fate la
classica prova dello stecchino, se esce asciutto
è pronta. Potete servirla con sopra dello
zucchero a velo e con della crema al limone in
un piattino e una tazza di tè.
EUR

Precedente Le farine guida pratica sulla scelta e utilizzo Successivo Il Pancake Day