Zuppa di pesce alla ligure

Buon inizio di settimana,

qui dopo le piogge il tempo è ancora variabile, ma il mare è bello e calmo e allora che ne dite di preparare una gustosa zuppa di pesce? 🙂

dscn6090-720x540

Qui nella riviera ligure l’ha si prepara con pesci quali lo scorfano, la cernia, la triglia di scoglio, il San Pietro, gli scampi, i gamberi, le vongole e le cozze, si fa un soffritto con l’aglio, si aggiungono man mano i vari pesci, si sfuma con del vino bianco secco, si aggiunge la polpa di pomodoro, un po’ di prezzemolo tritato, qualche mestolo di acqua e la zuppa è pronta.

Nella parte del ponente ligure si fa invece con altre qualità di  pesce e alcuni usano anche il brodo vegetale.

Io ho usato il pesce surgelato ma chi preferisce può usare quello fresco.

Io vi presento la mia versione:

Ingredienti:

1 kg di pesce misto surgelato

(polpo, nasello, verdesca, seppie, cozze, gamberetti)

dscn6072-720x540

2 spicchio d’aglio

2 cucchiai di prezzemolo

600 g di polpa di pomodoro

2 bicchieri di vino bianco secco

acqua calda qb

sale e olio extra vergine d’oliva a piacere

Procedimento per pesce fresco

Se prendete pesce fresco pulitelo e lavatelo per bene e procedete così con le vongole e le cozze: mettete le vongole a spurgare in acqua fredda salata per almeno un’ora, poi lavatele e spazzolatele con cura; lavate e spazzolate anche le cozze. Fate aprire entrambi i molluschi mettendoli  in due padelle con un filo di olio molto caldo, in cui è stato fatto soffriggere uno spicchio di aglio sbucciato. Quando saranno tutte aperte, togliete dal fuoco, filtrate il liquido di cottura e tenete tutto da parte.

Procedimento per pesce surgelato e continuazione pesce fresco

In un’altro tegame soffriggete uno spicchio d’aglio sbucciato con un filo di olio e aggiungete i pesci a carne più soda (verdesca o scorfano e cernia), sfumate con 2 bicchieri di vino bianco secco, aggiungete la polpa di pomodoro, l’acqua di cottura di cozze e vongole (se l’avete prese fresche), dopo un po’ unite i restanti pesci: triglia e San Pietro o  seppie con polpo e nasello.

dscn6075-720x540

Eventualmente diluite con  dell’ acqua calda.

La zuppa non deve essere troppo asciutta, deve esserci sempre del liquido.

Una ventina di minuti prima della fine cottura aggiungete i gamberetti o i gamberi e gli scampi, le cozze se le avete prese surgelate, il sale e lasciate cuocere a fuoco basso fino a quando tutto sarà cotto.

Io ho impiegato circa un’ora e mezza.

Spento il fuoco, togliete i crostacei e sgusciateli, rimettendo gli altri pesci nella casseruola; unite vongole e cozze fresche dopo averle tolte dalle conchiglie, 2 cucchiai di prezzemolo tritato e abbondante olio; lasciate riposare un paio di minuti e servire, accompagnando a piacere con fette di pane strofinato con aglio e olio di oliva.

Buon appetito!!! 🙂

Lascia un commento