Torta salata di zucca

Oggi vi presento una torta salata ligure tipicamente autunnale 😀

la torta salata di zucca

DSCN1981-1024x768

E’ fatta con un ripieno di zucca e ricotta. Alcuni usano anche la prescinseua: ( deriva dal genovese presû che significa caglio), è un tipico formaggio ligure che deriva dal latte cagliato e viene utilizzato nel ripieno della maggior parte delle torte salate. Può essere sostituito dalla ricotta.

La sfoglia è fatta di farina, uova, acqua e olio.  Io l’ho fatta senza uova.

Vediamo gli ingredienti: per un tegame di 24 cm di diametro

per la sfoglia:

300 di farina 00

2 uova (per chi è allergico può ometterle)

7 cucchiai di olio extra vergine d’oliva + 2 cucchiai per il tegame e la superficie della torta

un pizzico di sale

acqua a piacere

Per il ripieno:

900 g di zucca già pulita ( io ho usato quella mantovana che è molto pastosa)

250 g di prescinseua o ricotta fresca

40 g di formaggio grana grattugiato

2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

un pizzico di maggiorana

sale  qb

Procedimento:

Sbucciare, lavare e tagliare a pezzi la zucca, cuocerla in forno a 180 °C per circa 30 – 40 minuti. Si preferisce questa cottura perché rimane asciutta e non rilascia acqua.

Preparare la sfoglia:  in una ciotola versare la farina, le uova, l’olio, il sale e l’ acqua tanta quanto basta a formare una palla,

DSCN1942-1024x768

coprirla e lasciarla a riposo a temperatura ambiente per un’ora.

Preparare il ripieno: in una ciotola versare la zucca cotta schiacciata o frullata, la prescinseua o la ricotta, il formaggio grana grattugiato, la maggiorana, il sale e l’olio a piacere.

Prendere la palla, dividerla in 2 parti e con l’aiuto di un mattarello stenderle in due sfoglie sottili.

Ungere con un cucchiaio di olio il tegame, stendere una sfoglia e aggiungere il ripieno livellandolo bene, coprire con l’altra sfoglia, chiudere bene i bordi e ungere con un cucchiaio di olio la superficie.

DSCN1952-1024x768

Cuocere in forno in modalità statica a 180 °C per circa un’ora.

DSCN1959-1024x768

Lascia un commento