I "facciuna"

Informazioni: 

Difficoltà: bassa
Persone: dosi per 100 biscotti circa
Cottura: 20 min
Preparazione: Un giorno








Nota:
I “Facciuna” sono tipici dolci siciliani natalizi a base di mandorle.. Le dosi che vi dò sono per 100 biscotti circa.. Ma voi potete tranquillamente dimezzare le dosi per farne meno..

Ingredienti:
1 kg di mandorle
1 cucchiaino di cannella macinata
10 chiodi di garofalo tritati
1 buccia d’ arancia tagliate a cubetti
700 gr di zucchero
2 cucchiai colmi di miele
700 gr di farina 00
100 gr di amido
500 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci

Preparazione:
Pre prima cosa tostate le mandorle, mettendole in una teglia abbastanza grande e infornate per circa 5 min in forno caldo a 260°. Devono essere come in figura[1].

Lasciate raffreddare le mandorle, nel frattempo sbucciate un arancia e tagliate la buccia a cubettini piccoli con l’aiuto di una forbice.
Frullate le mandorle grossolanamente[2] e versatele in una ciotola capiente insieme a tutti gli altri ingredienti, aggiungete il latte lentamente e mescolate bene il tutto fino al completo assorbimento. Il composto deve essere quasi duro[4]. Fatto questo coprite la ciotola con un coperchio o con della pellicola trasparente e lasciate riposare una notte.

Una volta riposato, aggiungete all’impasto il lievito e mescolate bene.. Formate delle palline, la grandezza di una noce, passatele nello zucchero e sistematele in una teglia da forno lasciando un pò di spazio[5]. 








Infornate, a forno caldo, 220° per 20 minuti.

Precedente Le Spinpolp - Polpette di carne e spinaci Successivo Pasta con alici

4 commenti su “I "facciuna"

  1. Vivendo all’altro capo della Sicilia rispetto a quello dal quale provengono non li conoscevo e questa è l’unica ricetta che trovo su internet, ma facendo una ricerca su google vedo che ci va il cacao e grazie a google immagini ho visto anche che i pasticceri che li vendono online li glassano. Boh, mi piacerebbe saperne di più!

    • Buon giorno Giuseppe, prima di postare questa ricetta ho fatto diverse ricerche parlando direttamente con delle persone anziane che hanno da sempre fatto questi biscotti nel periodo di Natale, e anche con diversi panettieri e pasticceri della zona.. e tutti mi hanno suggerito questa ricetta dicendomi che magari tra una provincia ed un’altra ci sono delle differenze. Quindi l’aggiunta di cacao potrebbe essere una delle differenze. Per quanto riguarda la glassatura, questa si, in effetti la maggior parte li facevano glassati e figurati che moltissimi anni fa, quando non c’erano molti attrezzi da pasticcere, stendevano la glassa usando la penna di una gallina! 😀 Comunque qui li trovi senza glassa per una decisione personale, visto che già si mangiano moltissimi dolci a Natale magari è meglio non renderli ancora più dolci! 😀 Ma magari riproporrò questi biscotti glassati in qualche altro post!

  2. Lucia il said:

    La temperatura è sbagliata….i biscotti si carbonizzano se non si sta attenti…10 minuti sono più che sufficienti

I commenti sono chiusi.