Riso pesto e caprino (o provola), ricetta estiva

Il riso pesto e caprino è perfetto in tutte le stagioni ma in particolare in primavera ed estate, sia perché il basilico è più fresco e saporito, sia per il condimento a crudo. 

Anche se inizia a fare un po’ caldo io non rinuncio ai miei risotti. Questa ricetta in particolare si può gustare sia come risotto, sia come riso bollito e ha il vantaggio di un condimento completamente a crudo. Il pesto potete farlo voi espresso oppure usarne uno pronto, qui vi lascio la mia ricetta del pesto fatto in casa

Nella versione risotto io di solito utilizzo un formaggio filante, la mia preferita è la provola affumicata. In versione riso bollito invece il mio preferito è il caprino: sapore più acidulo e delicato e risultato molto fresco, a tal punto che potete portare questo riso anche in spiaggia! Non ci credete? Ecco la ricetta.

Riso pesto e caprino (o provola)
Porzioni 2
Potete decidere di cuocere questo primo piatto come risotto oppure bollire il riso e condirlo successivamente, per un risultato più fresco.
Vota la ricetta
Stampa
Tempo Preparazione
10 min
Tempo Cottura
20 min
Tempo Totale
30 min
Tempo Preparazione
10 min
Tempo Cottura
20 min
Tempo Totale
30 min
Ingredienti
  1. 180 gr di riso vialone nano
  2. 2 cucchiai abbondanti di pesto di basilico
  3. 2 cucchiai di parmigiano grattugiato + scaglie
  4. 70 gr di caprino fresco o 70 gr di provola affumicata
  5. 500 ml di brodo con carota cipolla e prezzemolo (solo nella versione risotto)
  6. Olio, sale
Istruzioni
  1. Preparare il pesto e lasciarlo riposare qualche minuto.
  2. Lessare il riso in abbondante acqua salata, quindi scolarlo e condirlo con il pesto, il parmigiano, un filo di olio EVO e il caprino. Versione super veloce!
  3. Nella versione risotto versare in pentola olio e riso e far tostare un paio di minuti a fiamma media, quindi iniziare ad aggiungere il brodo e portare a cottura. Quando il risotto è al dente mantecare aggiungendo il pesto di basilico, il parmigiano e la provola tagliata a cubetti. Regolare di sale e di densità e spegnere.
Note
  1. Alla fine aggiungere qualche scaglia di parmigiano!
Ricette Sbagliate http://blog.giallozafferano.it/ricettesbagliate/

Precedente Straccetti rucola e peperoni Successivo Spaghetti vongole e tartufo