Pici all`Aglione

I pici all'aglione

Dalla trasferta ad Arezzo ci siamo portati a casa una confezione di Pici toscani e quindi la prima ricetta su cui sperimentare è stata quella dei Pici all’Aglione. Certo se non vi piace l’aglio, rinunciate, perché ne serve almeno uno spicchio a persona.

Io ho diviso a metà gli spicchi e tolto la parte verde interna, poi li ho soffritti nell’olio e qui viene la prima difficoltà.

L’aglio andrebbe immerso nell’olio…ed ecco la mia soluzione (o meglio quella che ho scopiazzato da mia madre). Non appena gli spicchi iniziano a friggere sposto la padella in posizione inclinata togliendola dal fuoco, e li lascio a friggere finché l’olio non si fredda.

Dorare l'aglio senza bruciarlo e senza usare un litro d'olio!

Ho aggiunto a questo punto un peperoncino, 200 gr di polpa di pomodoro (o pomodori freschi rossi) e un cucchiaino di aceto di vino bianco, perché l’ho trovato scritto su un sito di ricette toscane. A fuoco basso deve andare per circa 10 minuti.

Ho spento e aggiunto prezzemolo e basilico tritati e il sale. A piacere si può aggiungere un pochino di parmigiano o pecorino, ma secondo me è buona anche al naturale.

La preparazione del sugo dei pici all'aglione

I prossimi pici saranno quelli alle briciole, ma in una versione alternativa con un pesto, rigorosamente sbagliato!

Gli ingredienti per 250 gr di pici:

  • 1 spicchio di aglio a persona
  • 1 peperoncino
  • 200 gr di polpa di pomodoro o pomodori rossi freschi
  • 1 cucchiaino di aceto bianco
  • Olio, sale, prezzemolo, basilico

Precedente Crema di nocciole Successivo Polpette in salsa di gorgonzola