Decima puntata delle decorazioni per buffet: il riccio salato

La decima e per ora ultima puntata delle decorazioni per buffet e tavola è dedicata all’animaletto del mio primo esperimento: il riccio. Ma mentre in quel caso avevo usato dei chicchi di uva stavolta sono protagoniste le olive, per un riccio salato, idea divertente per servire l’aperitivo anche per la cena o pranzo di Natale. 

Il procedimento è lo stesso del riccio di uva, quindi dovete procurarvi una pera non troppo matura (io ho usato una kaiser), sbucciarne i 3/4 e inserire nella parte restante con la buccia le olive denocciolate, prima infilate negli stuzzicadenti. Poi con delle spille a testa nera fate gli occhietti. Il naso si può decorare anche con un’oliva nera, ma se il picciolo è abbastanza grande e scuro è carino anche senza! In 5 minuti il riccio è pronto per la tavola!

Per evitare che la pera si faccia scura, se lo preparate in anticipo bagnatela ben bene con del succo di limone. Inoltre, se il riccio non è solo decorativo ma serve proprio per servire le olive, vi consiglio di non infilare con troppa forza gli stuzzicadenti: se la pera è abbastanza acerba basterà una leggera pressione, ma saranno poi più facili da estrarre per gli invitati ;).

Se volete vedere tutte le altre decorazioni per buffet, sono qui.

Se vi è piaciuta l’idea iscrivetevi gratis alla Newsletter, cliccando qui. Anticipazioni, menu tematici!

Precedente Strangozzi funghi e crema di noci Successivo Il Pangiallo, ricetta natalizia dei castelli romani