I ravioli fritti di Carnevale sono diffusi in tutta Italia, ma ogni regione ha la sua specialità. Nella mia zona (Val Vibrata, Teramo) è una di quelle ricette che si tramandano di generazione in generazione, e in questo periodo se ne consumano in quantità industriali. Non è Carnevale se non si mangiano questi ravioli fritti, ripieni di ricotta. Sono molto delicati e gustosi.

Ravioli fritti di Carnevale

Ravioli fritti di Carnevale

Ingredienti

Per la sfoglia:
500 g farina
1/2 bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di olio di oliva
un pizzico di sale

Per il ripieno:
500 g ricotta
1 tuorlo
100 g zucchero
1 cucchiaino di cannella
maggiorana a piacere
buccia grattugiata di un limone

Preparare il ripieno: lavorare in una ciotola la ricotta con il tuorlo e lo zucchero. Aggiungere la cannella, la maggiorana e la scorza di limone grattugiata e mescolare gli ingredienti.

Amalgamare gli ingredienti per i ravioli, fino ad ottenere un impasto compatto. Su un piano da lavoro stendere l’impasto e creare delle sfoglie sottili e larghe (potete aiutarvi con la macchina per la pasta), infarinandole per non farle attaccare. Con un bicchiere rotondo ritagliare tanti dischetti di diametro 4-5 cm e al centro di ognuno disporre il ripieno. Chiudere ogni dischetto a mezzaluna.

In una pentola ampia riscaldare l’olio e friggere i ravioli. Appena inizieranno a dorarsi, scolarli e asciugarli su della carta assorbente. Servire con una spolverata di zucchero a velo.

Per altre ricette di Carnevale, consulta la raccolta.

Ravioli fritti di Carnevale

Se sei curiosa di scoprire altre ricette tipiche abruzzesi clicca QUI.

 

2 Comments on Ravioli fritti di Carnevale

  1. tittina
    2 marzo 2014 at 16:47 (4 anni ago)

    qui nella mia zona non si usano fare,devono essere una bonta! Buona domenica Tittina

    Rispondi
    • Le ricette di Libellula
      2 marzo 2014 at 17:11 (4 anni ago)

      Sono molto buoni, e a differenza di come si possa pensare, sono molto leggeri! Grazie Tittina, buona domenica 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*