Yogurt fatto in casa

Yogurt fatto in casa senza la yogurtieraYogurt fatto in casa, ricetta homemade semplice, sana e economica per preparare uno yogurt dolce e cremoso senza bisogno della yogurtiera.

Per la realizzazione di questa ricetta vi consigliamo di utilizzare un termometro da cucina, anche se non strettamente necessario, renderà la preparazione più facile e la riuscita più sicura.

Oltre allo yogurt naturale, intero o magro, potrete sbizzarrirvi nel creare di volta in volta yogurt aromatizzati con frutta fresca, caffè, vaniglia, miele, …

Ingredienti per realizzare un kg circa di yogurt:

  • 1 litro di latte (fresco o crudo)
  • 2 cucchiai di yogurt

Come yogurt potrete poi utilizzare quello da voi realizzato la volta precedente.

Preparazione dello yogurt fatto in casa senza yogurtiera:

La preparazione dello yogurt fatto in casa senza yogurtieraIn una pentola capiente versare il latte e mescolando di tanto in tanto portarlo a circa 82 °C.

La preparazione dello yogurt fatto in casa senza yogurtieraUna volta che il latte sarà pronto toglierlo dal fuoco e farlo raffreddare fino a 35/40 °C (toccandolo con un dito risulterà appena tiepido). Per accelerare questo processo, potete immergere la pentola in un lavandino riempito con acqua fredda.
A questo punto, se lo gradite, potrete insaporire il vostro yogurt fatto in casa con un eventuale aroma (caffè, vaniglia, miele, …) o con della frutta fresca (fragole, mirtilli, pesca, albicocca, …).

Nel frattempo lavate bene i vasetti e versatevi dentro due cucchiai di yogurt.

La preparazione dello yogurt fatto in casa senza yogurtieraQuando il latte sarà pronto versarlo nei vasetti e mescolare bene per amalgamarlo allo yogurt.
Chiudere i vasetti e riporli in un luogo caldo (l’ideale sarebbe tenerlo a 40/50 °C) per circa 6/8 ore.
Noi mettiamo i vasetti di yogurt in una sacca termica assieme a una borsa dell’acqua calda (bouillotte) in modo da tenere il caldo.
In alternativa, si può avvolgere i vasetti dello yogurt con delle coperte e metterli all’interno del forno precedentemente riscaldato per circa un minuto. Per non rischiare di bruciare le coperte potete inserire la placca del forno nel primo ripiano in alto in modo da non toccare la serpentina incandescente.

Una volta trascorse le 6/8 ore potete riporre i vasetti di yogurt in frigorifero a raffreddare.

Conservazione

Lo yogurt fatto in casa senza yogurtiera si conserva tranquillamente per circa due settimane in frigorifero.

Note

Una della caratteristiche più desiderate è la cremosità, uno yogurt denso e cremoso è molto più appetibile e saziante di uno liquido. Per ottenerlo bisogna utilizzare latte intero di buona qualità ricco di proteine e grassi.

Fonti:

Yogurt fatto in casa, articolo sul sito Cibo360.it.
La ricetta perfetta: yogurt fatto in casa, post sul blog Dissapore.


Ricette simili che potrebbero piacerti:


12 thoughts on “Yogurt fatto in casa

  1. Non si capisce bene relativamente ai due cucchiai di yogurt: in ogni vasetto vanno versati o nel litro di latte? Perché se vanno messi nei vasetti ne vengono solo due grandi. E’ giusto così? Grazie, Maura.

    • I due cucchiai di yogurt sono dosati per un litro di latte, noi utilizziamo vasetti da un Kg, dunque ne mettiamo due a vasetto. Se utilizzi vasi più piccoli, ti conviene unire il latte e i cucchiai di yogurt in un contenitore capiente, mescolare e poi invasare.

  2. ma che senso ha?????
    yoghurt industriale+latte industriale+gas+energia elettrica per avere un sottoprodotto industriale con zero proprietà e doppi costi

    • Ma che senso ha il tuo commento…
      Yogurt (a parte la prima volta) utilizziamo il nostro, il latte lo scegliamo preferibilmente crudo o comunque fresco e locale.
      Costo superiore? Lo yogurt fatto in casa ci viene a costare meno di 1,5 € al Kg a differenza di un buon yogurt intero di commercio che ne costa ALMENO il doppio.
      E poi vuoi mettere la soddisfazione di mangiare un ottimo prodotto realizzato con le proprie mani, con ingredienti di qualità selezionati personalmente?

  3. Ho seguito nei minimi passaggi la ricetta, ma una volta tolto il barattolo da sotto la coperta mi sono accorta che si erano formate due minuscole palline di muffa. Dove ho sbagliato ??? E sopratutto lo posso mangiare lo stesso???

  4. Ciao, una domanda.
    Ma invece che il forno non si può utilizzare un termos? Non sarebbe più facile? Oltre a una questione di risparmio energetico… il termos dovrebbe mantenere lo yogurt alla stessa temperatura per almeno 12 ore, no?

    • Sì, per piccole quantità dovrebbe andare bene anche il thermos, noi non lo abbiamo mai provato.
      Il discorso del risparmio energetico invece non sussiste, perché il forno lo teniamo spento, lo accendiamo solamente un minuto per scaldarlo un poco.

  5. Ciao a tutti,
    faccio da tempo lo yogurt fatto in casa, da principio con fermenti georgiani e secondo la ricetta geogiana la temperatura di inoculazione è ben più alta (46°C), poi i fermenti li ho persi, e sono passato ad usare uno yogurt italiano. Ho seguito la stessa procedura, ma dopo pochi giorni in superficie si crea un strato più denso e maleodorante, come se fosse formaggio… lo levo e sotto lo yogury è buono. Come posso fare per evitare questo fastidioso accadimento? Forse la temperatura è troppo alta, e dovrei stare intorno ai 37-38°C? Oppure ci sono dei trucchi che potrei usare per non trovare quello strato in superficie?
    Attendo risposte.
    Grazie
    Giulio

    • Ciao Giulio,
      negli ultimi mesi abbiamo cambiato metodo per la preparazione del nostro yogurt.
      Adesso evitiamo la lunga fase di sobbollizione, questo ci permette di alterare meno le proprietà nutritive del latte e ci fa risparmiare tanto tempo.
      Abbiamo aggiornato la ricetta con il nuovo procedimento, ti invitiamo a dargli un’occhiata.

  6. l’ho provato in ogni modo, con o senza yogurtiera, latte intero o latte p.scremato, 8 ore o 10 ore, fermenti liofilizzati o in vasetto, ma mi viene liquido, buono che lo mangio ma il cucchiaino cola… non so come fate a farlo venire così sodo e compatto, mah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*