La cristaiet questa sconosciuta!

StampaLa cristaiet è un primo di pasta, tipo quadrelloni, fatta in casa con la farina di mais e condita con sugo al pomodoro. E’ un piatto antico che ho scoperto tipico di Fano, incredibile l’ho trovato citato in un sito dedicato ai fanesi residenti in Argentina, e che nelle Marche viene chiamato cresc’tajat (da “Marchigiando” Dizionario della cucina marchigiana) perché impastando la polenta avanzata e la farina si può fare una sfoglia delle dimensioni di una crescia spessa come una moneta. Il sapore ha il dono di riportarmi immediatamente all’infanzia, ai ricordi, a mia nonna che viveva in campagna e a tutt’un insieme di odori, colori e immagini di quei tempi. Ed è per questo che voglio dedicare a lei questo mio post: ad una nonna energica, ma tenera e dolcissima con noi nipotine, sempre attiva fino alla fine dei suoi giorni, generosa e ricca di amore che donava in tutti i modi a lei possibili. Il sapore dei piatti, che preparava lavorando nella sua “magica” madia, sono rimasti indelebili tra i miei ricordi, le tagliatelle con il ragù di rigagli, il brodo di gallina con il collo ripieno, la stracciatella, i cappelletti, le cresciole fritte che improvvisava per farci fare merenda. Da lei eravamo sempre affamate… e le fragole! Le coltivava e noi ne mangiavamo tantissime. Erano deliziose ! Quante cose avrò dimenticato! Ma almeno la cristaiet cercherò di tramandarla ai posteri.

Questa volta ho provato a prepararla con la farina di mais, così come mi ha indicato mia madre. Il condimento sarebbe da preparare con il pomodoro e la salsiccia ma io ho fatto senza. Quello che non deve mancare, per come sono stata abituata io, sono i formaggi: emmental e parmigiano in quantità che poi una volta sciolti con il calore producono gli immancabili fili.

StampaIngredienti cristaiet:

  • 120 g di farina di mais,
  • 40 g di farina 0, (o anche 3 parti di farina di mais ed una di farina 0),
  • acqua calda (far sfiorare il bollore),
  • sale q.b.

Ingredienti condimento:

  • aglio,
  • cipolla,
  • pomodoro,
  • emmental,
  • parmigiano.

Preparazione: disporre le farine a fontana e aggiungere l’acqua al centro impastando fino a che l’impasto risulta omogeneo e non si spezza. Stendere la sfoglia dello spessore di 5 mm circa e tagliare a quadrelloni. Cuocere in acqua bollente alcuni minuti assaggiando per sentire la consistenza e condire subito con il sugo, l’emmental a pezzetti ed il parmigiano grattugiato.

Stampa

Stampacon questa ricetta partecipo al Contest: Il piatto della vostra nonna” del blog Cucinando con Paola

banner ok

 

 
Precedente Gelatina di melagrana Successivo Quiche ai funghi

6 thoughts on “La cristaiet questa sconosciuta!

  1. E’ un vero piacere conoscerti. Vedo con piacere che sei molto legata alle ricette tradizionali spesso legate ai ricordi e ai sentimenti, quelli veri. Questa cosa ci accomuna tantissimo quindi tornerò a trovarti prestissimo. Un abbraccio da Fano

  2. nico il said:

    altro fanese…questo piatto mi ricorda mia nonna…e oltre ad essere buonissimo…mi f a quasi scendere una lacrimuccia…ciauz 😉

    • Raffa il said:

      eheheh! Lo so bene… pure io sono sensibile ai ricordi dell’infanzia e poi la nonna è capace di coccolarci come nessun’altro! Ciao

Lascia un commento

*