Il tajine, piatto caratteristico con carne (o pesce) e verdure

Oggi vi parleremo di un piatto nordafricano, particolarmente gustoso e insaporito dall’olio di argan da cucina: il tajine. Ma vediamo un po’ di storia!

Il tajine o tajin (il termine è berbero e arabo dialettale) è un piatto di carne in umido tipico della cucina nordafricana e in particolare marocchina. Prende il nome dal piatto caratteristico in cui lo si cuoce, fatto interamente di terracotta, spesso smaltata o decorata ed è composto da due parti: una inferiore, simile ad una ciotola abbastanza grande e una a forma di cono che viene appoggiata sull’altra durante la cottura. La particolare forma del coperchio è pensata per far sì che la condensa torni più facilmente verso il basso. In cima si trova un pomello che permette di prendere il coperchio più facilmente. La parte inferiore, la “grossa ciotola”, viene usata per servire la pietanza in tavola. Non è necessario utilizzare questo tipo di contenitore, anche una pentola a pressione può andar bene, anche se ne risente leggermente il gusto. Tradizionalmente la pentola viene messa a cuocere nel bajmar, un braciere a carbone o a legna. Per usare il tajine in una cucina moderna bisogna porre una retina frangifiamma tra il recipiente e il fuoco di cottura. I tajine più conosciuti sono il mqualli (pollo con limone e olive), il kefta (polpette e pomodori) e il mrouzia (agnello con prugne e mandorle). Altri ingredienti usati sono tonno, sardine, mele cotogne caramellate e verdure. Agli ingredienti principali si aggiungono salse e spezie (cannella, zafferano, curcuma, zenzero, aglio e pepe) che ne arricchiscono il sapore.  Il tutto viene cotto a fuoco basso, lentamente, affinché la carne risulti tenera e aromatizzata. Tra gli ingredienti, quello più antico, è lo zafferano. Viene estratto dall’unica delle ottanta specie di crocus che è commestibile, ovvero il crocus sativus. La raccolta dello zafferano deve essere fatta a mano perché si trova all’interno del pistilli del fiore, da qui si capisce il costo elevato che può avere questa spezia (per 1Kg di zafferano servono circa 150.000 fiori). Altro ingrediente particolare è l’olio di argan, dove verrà messo a cuocere il tutto. Ma ora passiamo alla ricetta. Quella che vi presentiamo oggi è la ricetta del tajine con carne (o pesce) e verdure.

Ingredienti per 5 persone:

– 1Kg di carne di pollo, capra o agnello oppure di pesce
– una cipolla
– 3hg di carote
– 3hg di patate
– 3hg di pomodori
– 2 manciate di olive verdi
– un pizzico di zafferano
– una tazzina di olio di argan per cucina
– un po’ di sale
– un pizzico di pepe

 

Preparazione:
Tra preparazione e cottura servono circa 1 ora e 40 minuti.

– Mettete il tajine sul fuoco, versate all’interno la tazzina di olio di argan e fatelo scaldare
– Una volta caldo l’olio, aggiungete la carne (o il pesce) e fate rosolare con mezza cipolla, il pepe, il sale e lo zafferano
– Lasciate sul fuoco basso un quarto d’ora per la prima cottura. Mescolate la carne e aggiungete il resto della cipolla
– Pulite le carote, le patate e i pomodori. Successivamente fateli a pezzetti e aggiungetele alla carne nel tajine
– Tenete d’occhio che il tutto non rimanga troppo asciutto, aggiungete dell’acqua di tanto in tanto
– A questo punto aggiungete anche le olive verdi e aòzate la fiamma
– Lasciate cuocere ancora per un’ora
– Passata l’ora, aggiungete sulla pietanza un po’ di olio di argan (normale, non caldo)
– Il tajine è pronto da servire direttamente sulla tavola.

 

Il contenitore che dà il nome al piatto
Il caratteristico contenitore che dà il nome al tajine

 

E questo è tutto! Servito con pane arabo  una vera prelibatezza, provateci e fateci sapere! Buon appetito!

Precedente Brioches con confettura di melone e olio di argan