Tortelli vegetariani alla piastra

Tortelli vegetariani alla piastra

Tortelli vegetariani alla piastra

Buona domenica a tutti! Ieri non sono stata online, portate pazienza ma avevo i suoceri a pranzo ed ero un po’ indaffarata nel preparare il pranzo, ma oggi vi voglio proporre cos’ho preparato ieri. Un’idea diversa dal solito, ma adoro sperimentare cose nuove,e voi siete tradizionalisti o lasciate libero sfogo alla vostra fantasia? Questa è una ricetta veloce, la tempistica più lunga è quella di 30 minuti per lasciare riposare la pasta…siete curiosi? Un antipasto diverso dal solito e decisamente interessante. Oggi proviamo a cucinare insieme i Tortelli vegetariani alla piastra.

Ingredienti per cucinare insieme i Tortelli vegetariani alla piastra – pasta:

  • farina tipo “0” – 300 gr
  • sale – 1 pizzico
  • acqua  – q.b.

Ingredienti per cucinare insieme i Tortelli vegetariani alla piastra ripieno:

  • spinaci – 900 gr
  • ricotta vaccina o di capra a scelta (io ho usato la ricotta vaccina) -100 gr
  • basilico – 1 mazzetto
  • prezzemolo – 1 mazzetto
  • olio di oliva extra vergine – 1 cucchiaio
  • noce moscata – 1 pizzico
  • pepe – 1 pizzico
  • sale – q.b.
  • gorgonzola dolce – 200 gr

Procedimento per cucinare insieme i Tortelli vegetariani alla piastra:

Per prima cosa prepariamo il nostro impasto, perchè dovrà riposare per 30 minuti, poi ci occuperemo del ripieno. Setacciate la farina con il sale, mettete al centro acqua a sufficienza e lavorate l’impasto finchè non sarà liscio e ben compatto. Avvolgetelo in un canovaccio umido e fatelo riposare per 30 minuti a temperatura ambiente. Nel frattempo ci dobbiamo occupare del ripieno. Lavate il prezzemolo ed il basilico, asciugateli e tritateli finemente.

Lavate per bene gli spinaci, in acqua fredda, scolateli e metteteli in un padella con un goccio di olio, facendoli rosolare  per 2-3 minuti a fuoco vivace. Adesso passateli nel mixer e tritateli, qualora fossero ancora troppo umidi e rilasciassero acqua, ripassateli nella padella e fateli asciugare a fuoco vivace.

Mettete gli spinaci in un ciotola capiente, aggiungete la ricotta, il prezzemolo con il basilico tritati, la noce moscata, un pizzico di sale ed aggiustate di pepe. Lavorate gli ingredienti con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo.

Il vostro impasto ha riposato 30 minuti? Allora siete pronti per stendere la pasta, in una sfoglia molto sottile. Con uno stampino dentellato (se lo avete liscio va benissimo, era solo per il lato estetico, io non lo avevo e ne ho usato uno liscio, ma poi ho chiuso i bordi dei Tortelli vegetariani alla piastra con il pestino, ben infarinato, utilizzato per fare il mojito avete presente?) ritagliate quindi tanti dischi e spennellatene i bordi con un poco di acqua.

Mettete al centro di ogni dischetto un cucchiaio di ripieno, ed un cubetto di gorgonzola, spennellate con acqua i bordi e copritelo con un altro dischetto, e premete i bordi con le dita per sigillarli. Continuate fino ad esaurimento degli ingredienti. Scaldate bene la piastra, o una padella di ghisa, adagiatevi sopra i Tortelli e fateli dorare da entrambi i lati. Servite a tavola i alla Tortelli vegetariani alla piastra caldi o tiepidi, come antipasto completamente vegetariano e diverso dal solito. Io ho sbagliato perchè ho tirato la pasta poco sottile e sono venuti molto spessi e con poco ripieno, ma voi sono certa riuscirete a fare meglio! Se vi va di mandarmi la foto delle vostre creazioni, scrivetemi sulla mia fanpage dopo essere diventati miei fans, è sempre bello vedere cosa combinate e come ricreate le mie ricette ^_^

Collage

Collage 2

Tortelli vegetariani alla piastra

Alla prossima ricetta, la Rica in cucina vi aspetta ^_^  

…ma non scappate, adesso guardiamo insieme l’Angolo delle Curiosità

angolo delle curiosita

Come alcuni di voi sapranno sono Emiliana D.O.C., e il nome “Tortelli” mi è decisamente familiare da sempre. E’ il nome utilizzato, prevalentemente in Emilia-Romagna, Lombardia e Toscana per indicare un tipo di pasta ripiena di forma rettangolare o a forma di tortellino di 2 o 3 cm di lato simile ai ravioli e conditi con burro fuso, lardo e pomodoro, ragù. Con lo stesso termine si indicano anche dei piccoli dolci fritti ripieni di marmellata o creme, come le “raviole Bolognesi” .

I piatti più tipici emiliani sono tortelli di ricotta alle erbe conditi con burro e salvia; sono tipici anche i tortelli verdi, zucca (mantovani, reggiani, piacentini o cremonesi), i tortelli di Parma con ricotta e erbette (tortelli d’erbetta), di spinaci, di patate o di zucca e i “Tortel dols” dal ripieno agrodolce della bassa parmense. Potrei parlarvi di Tortelli  per tutto il giorno ma credo vi annoiereste ehehehe.

Vi va di sentire un consiglio casalingo? Bè se per caso la vostra piastra si è sporcata tanto di farina, mentre avete preparato i Tortelli  vegetariani alla piastra, se la piastra NON è di ghisa potreste provare a pulirla, oltre che con il bicarbonato per una notte intera, anche con la cocacola…immaginate cosa fa questo “essere immondo” al nostro stomaco…ebbene sì con la cocacola potete provare a pulire addirittura le teglie del forno ed i fuochi, se volete maggiori delucidazioni scrivetemi pure qui, e ve le darò volentieri. Vi sconsiglio di continuare a berla ogni tanto, quella che avete in casa, smaltitela nel modo in cui vi ho suggerito, datemi retta.

Vi aspetto domani verso le 16 per la prossima ricetta ed una nuova Curiosità ;-) 

39

Volete prendere spunto da qualche ricetta di primi piatti che ho cucinato? Per vederle cliccate qui. Se desiderate alcune ricette di antipasti del mio Blog cliccate qui, oppure alcuni secondi piatti sfiziosi. Se invece preferite vi porto direttamente nella home page del mio Blog, da lì potrete scegliere la vostra portata da provare.

Se la ricetta vi è piaciuta e mi volete seguire, mi trovate anche qui

Fan Page su Facebook La Rica in cucina 

Gruppo su Facebook se vi va di unirvi vi aspettiamo La Rica cucina con voi

  Profilo su Google +   – Profilo su Pinterest  – Profilo su Snappetize

2 thoughts on “Tortelli vegetariani alla piastra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*