Torta di porcini

 

torta di porciniTorta di porcini

L’altro giorno alla prova del cuoco ho visto questa ricetta della Torta di porcini di Gabriele Bonci (il Michelangelo della pizza e dei lievitati-da qui capite quanto è Mago quest’uomo-) e l’ho subito trascritta! E PER FORTUNA! A noi è piaciuta un sacchissimo! Amiamo follemente i lievitati ma questa…è la migliore Torta che io abbia mai mangiato, garantito!

Ingredienti per due persone per la Torta di porcini:

  • 450 gr di farina 0 (o manitoba)
  • 360 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cubetto di lievito di birra o 1 bustina di lievito secco
  • 10 g di sale
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Procedimento per cucinare insieme la Torta di porcini: 

Mettere la farina in una terrina, aggiungete il lievito secco e mescolate (se utilizzate il lievito di birra fresco, scioglietelo in un bicchiere di acqua, che andrete a togliere dal totale di acqua, e poi versatelo nella terrina con la farina.) Aggiungete, in entrambi i casi, tutta l’acqua e mescolate con un cucchiaio di legno. Diventa una specie di pastella densa e molto appiccicosa, ma non abbiate paura, è normale così! Non aggiungete altra farina.

Il segreto di questo impasto è proprio l’idratazione, che lo fa restare super morbidoso, post-lievitatura, anche io ero scettica all’inizio ma fidatevi! Unite ora l’olio ed il sale. E’ importante che il sale venga messo solo a questo punto in modo che non entri in contatto con il lievito….in caso dovessero incontrarsi, non lieviterà MAI, quindi fate attenzione!!! Continuare a mescolare sempre con il cucchiaio. L’impasto dovrà risultare umido e “stracciato” come lo definisce il nostro Bonci!

Fatelo riposare per un quarto d’ora circa in un ambiente privo di correnti d’aria.

Trascorso questo tempo, riprendere l’impasto e rovesciarlo sulla spianatoia infarinata. E adesso occupiamoci delle famose pieghe alla Bonci! Prendete l’impasto e piegatelo su se stesso, fate molta attenzione ad avere SEMPRE della farina sulla spianatoia, sotto all’impasto, altrimenti si incollerà sulla spianatoia stessa, fate un mezzo giro e ripiegate di nuovo su se stesso. Ripetere questa operazione 4/5 volte. Questo è importante perché mentre si piega e si fa girare l’impasto, si asciuga un po’ e rimane meno appiccicoso.

Infine mettere l’impasto così ottenuto in una capiente ciotola, che avrete precedentemente unto con un po’ di olio che avrete cura di lasciare sul fondo della ciotola stessa; a questo punto riponete l’impasto coperto da pellicola trasparente, in frigorifero per 24 ore e dimenticatevelo fino al giorno dopo. Non vi preoccupate se è morbidissimo…..deve essere proprio così! Va messo nella parte più bassa del frigorifero, quella che utilizzate per le verdure.

Il giorno successivo riprendete l’impasto e mettetelo sulla spianatoia ben infarinata.

Stendere l’impasto con le dita (non sarà necessario l’uso del mattarello), facendo attenzione a non stressare l’impasto, quindi siate molto delicati, fate leggera pressione sui bordi, per lasciarli bassi e facendo movimento dal basso verso l’alto, usando i polpastrelli, allargate leggermente la vs pasta.

Nel frattempo trifolate dei cubotti di porcini, con aglio, olio e prezzemolo tritato, aggiustate di sale, pepe e noce moscata. Una volta che si saranno intiepiditi, metteteli sulla tortiera che utilizzerete per la vostra Torta di porcini; la tortiera precedentemente la dovrete rivestire di carta forno e cospargere d’olio.

La mia tortiera era 26 cm di diametro, ma è venuta molto alta (a noi piace così, spugnosa e alta come la pizza al taglio, vi suggerisco, qualora vi piacesse piu’ bassa, di metterla in una tortiera di 28 cm). Una volta che avrete messo i vostri funghi sulla carta forno, trasferitevi sopra l’impasto; mentre lo trasferite fate molta attenzione perchè è davvero delicato e si rischia si creino dei buchi, durante “il viaggio spianatoia/tortiera. Per evitare cio’ appoggiate il vs impasto sui polsi, e non sulle mani, solo così eviterete il formarsi dei buchi. Adesso adagiatelo sopra ai vostri porcini, spennellate di olio la superficie che vedete dell’impasto ed infornate a 250° e lasciamo in forno finchè non sarà dorata in superficie. Quindi, la rigiriamo sul piatto di portata o meglio su di un tagliere (visto la rusticità della ricetta) e buon appetito!

Nella ricetta originale il buon Bonci ha spolverato la pizza con granella di nocciole e sopra ha messo della misticanza condita con sale grosso. Lo dico per completezza, ma noi l’abbiamo lasciata in purezza, unica cosa che abbiamo aggiunto sopra è stata una spolverata di Parmigiano Reggiano 😉  e vi posso garantire che anche se non ha formaggi come la mozzarella, è spettacolare!

Bonci consiglia di infornare la torta di porcini nella parte bassa del forno per i primi 15 minuti e nella parte alta per altri 15, in ogni sua ricetta…se siete bravi ve lo ricordate, se no ve ne dimenticate come ho fatto io, ma il risultato è stato validissimo comunque.

Con questa quantità io ho preparato una Torta di porcini per due persone e vi posso garantire che dopo non avrete piu’ fame ma il vostro pancino sarà ampiamente soddisfatto così. Vi dico infine che il vostro impasto lieviterà ancora anche in forno, quindi calcolate bene le dimensioni della Torta di porcini che vorrete, solo così azzeccherete la dimensione giusta dell’impasto 😉

Volete prendere spunto da qualche ricetta di primi piatti che ho cucinato, oltre alla torta di porcini ? Per vederle cliccate qui. Se desiderate alcune ricette di antipasti del mio Blog cliccate qui, oppure alcuni secondi piatti sfiziosi. Se invece preferite vi porto direttamente nella home page del mio Blog, da lì potrete scegliere la vostra portata da provare.

Se la ricetta della torta di porcini vi è piaciuta e mi volete seguire, 

mi trovate anche qui

Fan Page su Facebook La Rica in cucina 

Gruppo su Facebook se vi va di unirvi vi aspettiamo La Rica cucina con voi

Profilo su Google + 

Pinterest 

Snappetize

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*