Crea sito

L’ordine della fenice – Capitolo 2

La sede dell’ordine

Quando arrivarono alla fine della galleria, un portone di legno bloccava il passaggio.
Phoenix si avvicinò al portone e atterrò.
Quindi si abbassò fino alla fessura della porta e si rimpicciolì, finché non fu della grandezza giusta per passare.
Gli altri esitavano ad imitarlo: e se fossero rimasti piccoli per sempre?
Dopo un po’ dalla fessura della porta uscì la testa di Phoenix e disse: – Che aspettate?
L’esitazione era fin troppo forte e nessuno fece un passo.
– Se uscite da questo portone poi tornerete normali, dovete solo abbassarvi e infilare la mano nella fessura, poi nulla!
Ancora esitando, Carlo si avvicinò e la testa di Phoenix si ritrasse, rimpicciolendosi.
Carlo infilò la mano nella fessura ma non accadde nulla.

You may also like...

Sorry - Comments are closed