Pizza Integrale home made

Pizza integrale veg e rinforzata

Pizza integrale veg per lei  e con qualche aggiunta per lui

La mia pizza integrale e di stagione fatta con ingredienti di prima scelta come le farine del Molino Maraldi di Cesena e le verdure raccolte  direttamente dall’orto del contadino è davvero ottima!

Provare per credere!

Con questa PIZZA INTEGRALE E DI STAGIONE partecipo al

CONTEST Farina D.O.C. – E.T. ECCELLENZE & TERRITORIO del blog Cucinare Chiacchierando  

http://blog.cookaround.com/cucinarechiacchierando/contest-farina-d-o-c-e-t/

Vediamo come farla in poche e semplici mosse.

PIZZA INTEGRALE

INGREDIENTI per 2 pizze:

  • 200 g farina integrale macinata a pietra;
  • 50 g farina manitoba integrale;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 130 ml circa di acqua a temperatura ambiente;
  • 10 g circa di lievito madre attivo in polvere (o mezza bustina di lievito di birra secco);
  • 1 pizzico di zucchero;
  • 10 g di sale;
  • Verdure di stagione per il condimento.

PROCEDIMENTO:

Setacciare e mescolare le due farine, metterle in una ciotola, aggiungere il lievito madre e il sale e mescolare bene (se invece usate il lievito di birra secco andrà sciolto nell’acqua e aggiunto successivamente!).

A parte sciogliere in acqua un pizzico di zucchero e versarvi l’olio.

Versare poco alla volta la vostra miscela così ottenuta sulle farine, in modo che raggiungano il giusto grado di idratazione, e impastare.

Trasferire il composto su un piano e continuare ad impastare vigorosamente per 10/15 minuti fino ad ottenere un impasto elastico, ben incordato e non appiccicoso.

Riponetelo quindi nella ciotola usata precedentemente, copritelo con un panno e lasciatelo lievitare nel forno spento con la luce accesa per almeno tre/quattro ore.

Dopodichè controllate che il volume sia raddoppiato, prelevate l’impasto dalla ciotola e tagliatelo in due panetti dello stesso peso.

Stendete ciascun panetto con l’aiuto delle mani in una teglia tonda di alluminio precedentemente oliata per far sì che l’impasto scivoli un e si stenda più facilmente; quindi lasciatele lievitare in forno per almeno un’altra oretta.

A questo punto le vostre pizze saranno pronte da farcire e cuocere a forno statico preriscaldato a 220 gradi circa per una decina di minuti.

Se volete farla veg come la mia, potete aggiungere, prima dell’ultima ora di lievitazione, dei pomodorini , privati dei semi, tagliati a fettine e conditi con sale, olio evo e peperoncino, e, prima di cuocerle delle melanzane e delle zucchine precedentemente grigliate. Il tocco dato dalle #verdure di stagione del mio orto ha reso la mia pizza ancor più appetibile ed allo stesso tempo leggera!

Vedrete che la vostra pizza sarà gustosa e anche molto digeribile, pur non avendo una lievitazione di 24 h!

Se vi è piaciuta lasciate un feedback anche sulla mia pagina fb

 https://www.facebook.com/ranocchiettaincucina/?ref=aymt_homepage_panel

#gialloblog  #giallozafferano #mangiasano #homemade #verdure #mangiaredistagione#MolinoMaraldi

*******Per eventuali conversioni di lieviti, qualora non aveste quelli indicati in ricetta, consultare http://blog.giallozafferano.it/cookingiulia/2014/09/18/lievito-di-birra/ ********

Lascia un commento

*