Come può uno scoglio… ? Sembra il ritornello di una famosissima canzone e invece è quello che viene da chiedersi quando si arriccia un polpo.

In Puglia (principalmente nel barese) durante i mesi estivi non può mancare sulle nostre tavole l’antipasto di mare, composto principalmente da polpi arricciati crudi accompagnati da una buona birra. Se siete stati in vacanza dalle mie parti, sicuramente l’avrete assaggiato, ma vi siete mai chiesti come si arriva a quel risultato? Ebbene, dietro c’è un gran bel lavoro… basta recarsi nei pressi di spiagge o mercati ittici per vedere tanti pescatori intenti ad arricciare i polpi appena pescati per venderli poi a privati o ristoratori.

Da pugliese non disdegno mai un buon piatto di frutti di mare e proprio qualche giorno fa, mentre mangiavo un polpo (a Molfetta li chiamiamo “pulp à tneridd), ho pensato a quanti di voi non conoscono questa specifica lavorazione. Quindi mi sono armata di videocamera (per la verità è tutta l’estate che vado in spiaggia con la videocamera…perché mica sempre il polpo è lì che ti aspetta, disposto a farsi acchiappare!) e ho sperato che mio marito, appassionato di pesca subacquea, pescasse almeno un polpo. Che dire, dopo più di un’ora di “caccia” il mio maritino è uscito dall’acqua con un bel polpo tra le mani! Non finirò mai di ringraziarlo! 🙂

Ho creato un piccolo video su come arricciare il polpo, in cui vengono visualizzate tutte le fasi della “lavorazione”… e chissà che non vi venga voglia di provare a farlo anche voi! 😉

come arricciare il polpo

Come arricciare il polpo

<>

Per essere arricciato, il polpo deve necessariamente essere appena pescato perché tutto si svolge al mare.

Per prima cosa lo sviscerate, rivoltando la testa; quindi sciacquatelo in mare e cominciate a  “cazzarlo”. Vi starete chiedendo:”ma che significa”? E’ un termine tutto barese che sta ad indicare questa precisa operazione. Sbattete il polpo con forza sullo scoglio ripetutamente fino a quando, toccando un tentacolo vi rendete conto che è diventato tenero.

A questo punto parte la fase di arricciatura. Mettete il polpo in una ciotola capiente insieme ad un po d’acqua di mare e cominciate a farla oscillare. Se non avete la ciotola, usate una busta di plastica (non è il massimo ma usatela solo in caso di “emergenza”) con dentro acqua di mare, la procedura sarà la stessa. Ad un certo punto si formerà una schiumetta, quindi sciacquate il polpo in mare , aggiungetene ancora un po’ e ricominciate. Dopo qualche minuto vedrete il polpo arricciarsi. quindi, scicquatelo ancora una volta e tenetelo in un contenitore con acqua di mare fino a l momento dell’utilizzo.

Tutto questo è rappresentato nel video qui di seguito.

 

Un polpo così fresco, “cazzato” e arricciato va mangiato crudo per antipasto però potete scegliere di cuocerlo e di preparare un buon primo piatto o una gustosa insalata di polpo.

<>

Se questo articolo è stato di vostro gradimento e volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social: Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

 

2 Comments on Come arricciare il polpo – video tutorial

  1. Serena
    12 agosto 2015 at 13:55 (2 anni ago)

    Il video è molto bello, anche la spiegazione, complimenti! 🙂

    Rispondi
    • rafanoecannella
      12 agosto 2015 at 19:31 (2 anni ago)

      Grazie! 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*