Plumcake di farro alle more

plum cake farro e more

Uno dei profumi che mi fanno ripensare all’infanzia è sicuramente quello della marmellata di more fatta in casa, messa a sobbollire in pentolini di alluminio. Nel paesino di montagna in cui sono cresciuta non mancavano certo i rovi e così, a fine agosto, io e le mie amiche iniziavamo la raccolta di questo dolcissimo frutto. Erano più quelle che finivano nelle nostre bocche, tingendole di viola, di quelle che arrivavano nei pentolini. Per noi le more erano il simbolo della fine dell’estate e delle vacanze: presto le scuole sarebbero ricominciate e ci saremmo salutate, ognuna diretta verso una delle grandi città in cui le nostre famiglie si erano trasferite, con la promessa – o la speranza – di rivederci a Natale.

Anche qui in collina, dove abito ora, è arrivata la stagione delle more. Ho scoperto che piacciono anche al mio bimbo, di solito così restio ad assumere qualsiasi cosa che assomigli a della frutta. E’ lui che mi ha aiutata nelle operazioni di raccolta. Avevo da parte alcune ricette, una panna cotta, una cheesecake e questo plumcake che è diventata poi la mia scelta, prediligendo io i prodotti da forno… La ricetta l’ho trovata su un blog molto carino che si chiama Zucchero & Sale e potete leggerla qui. Io mi sono limitata a sostituire lo zucchero bianco con quello di canna.

Ingredienti:

250 gr. di farina di farro integrale

3 uova a temperatura ambiente

150 gr. di zucchero di canna più 1 cucchiaio

125 gr. di burro morbido

la scorza grattugiata di 1 limone biologico

1 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

150 gr. di more

mandorle a lamelle per decorare

plum cake farro e more 2Procedimento:

Accendere il forno a 180° ventilato. Imburrare e infarinare uno stampo da plumcake. Lavorare a crema il burro, lo zucchero e la scorza del limone. Unire le uova, uno alla volta, continuando a sbattere. Poi la farina setacciata con il lievito e il sale. Per ultime le more lavate e tamponate con carta da cucina, eventualmente infarinandole un po’, usando molta delicatezza per non romperle. Versare l’impasto nello stampo livellandolo con un cucchiaio. Cospargere la superficie con le mandorle a lamelle e un cucchiaio di zucchero. Cuocere per 50 minuti. Vale la prova stecchino. Siccome i tempi di cottura possono variare da forno a forno, è meglio controllare il dolce trascorsi 40 minuti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Ciambella integrale al miele Successivo Ciambella allo yogurt e crema al cioccolato