Per un San Valentino…”sfizioso”GLI arancini catanesi specialità della cucina siciliana!


A San Valentino niente cuori ma non possono mancare GLl arancini catanesi, specialità della cucina siciliana che riempiranno d’amore e di bontà la vostra cena romantica…………

In pratica si tratta di una palla di riso fritta con diverse farce e da noi ,a Catania ,può assumere anche una forma conica.Gli arancini più diffusi sono quelli al ragù ma si fanno anche al burro con mozzarella e prosciutto,agli spinaci e mozzarella,,con melanzane,con pistacchio,e ci sono  pure gli arancini di spaghetti alla norma.C’è poi la variante dolce con cacao coperti di zucchero,alla nutella,al cioccolato. I miei arancini sono piccoli e rotondi,allo zafferano e con dentro solo galbanone ,semplici ma molto buoni.

 

 

INGREDIENTI :

  1. 350 gr di riso per timballi e arancini (a chicchi tondi)
  2. 2 tuorli (o 50 gr di burro)
  3. 1 uovo intero (se non basta per la panatura anche 2)
  4. 1 bustina di zafferano
  5. formaggio grattugiato
  6. sale qb
  7. galbanone o mozzarella in panetto a dadini
  8. farina qb
  9. pangrattato qb

olio di arachide per friggerePROCEDIMENTO:

  • cuocete il riso in base al tempo indicato sulla confezione avendo cura di non farlo asciugare troppo
  • scolatelo al dente e conditelo con il formaggio grattugiato,i tuorli(o il burro ),lo zafferano e lasciatelo raffreddare anche tutta la notte (io l’ho fatto la sera prima),girandolo ogni tanto  e se necessario idratatelo con un po di olio senza bagnarlo
  • dopo averlo raffreddato bagnatevi le mani con l’olio,prendete una parte di riso e fate una conca sul palmo della vostra mano,riempite questa conca con i dadini di formaggio,chiudete con un altra piccola porzione di riso e stringete con le mani oleate l’arancino per modellarlo
  • a questo punto dovete avere a portata di mano tre ciotole contenenti una farina per frittura,una l’uovo battuto (se uno non basta aggiungere un altro),una il pangrattato e passate gli arancini nelle ciotiole in quest’ordine

friggeteli in olio bollente (io in friggitrice) fino a quando la superficie non sarà ben dorata e serviteli ben caldi

si possono congelare singolarmente prima di friggerli e anche dopo fritti

io li scongelo al micro e poi li passo in forno per riscaldarli

 

il ripieno era molto semplice e veloce ma con lo stesso procedimento si possono inserire diversi ripieni

cucina povera e da strada, pochi ingredienti facili da trovare che spesso risolvono anche un pranzo o una cena ……..ma di gusto “straordinario”…… e se fatti per la tua dolce metà a San Valentino…….vedrai che serata!!!!!!! buon appetito e buon San Valentino !!!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente ciambellone di nonna Adriana Successivo Panini al latte buonissimi e morbidissimi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.