“ETNA INNEVATA” cioè spaghetti col nero di seppia e ricotta

CHE BELLA VERO????? questa è l ETNA INNEVATA  vista dalla mia terrazza….magari voi guardandola pensate….”CHE BELLA”….ma a me,che forse sono un po strana…. viene in mente….LA PASTA[SPAGHETTI PER L ESATTEZZA] COL NERO DELLE SEPPIE E RICOTTA…ecco perchè prima di mettere la mia ricetta ho voluto presentarvi la mia ETNA….e ora si va di ricetta………ma prima guardate la foto del piatto….non ricorda anche a voi un po l ETNA????????ecco la ricetta con le foto del procedimento…..prima di tutto devo dirvi che non avendo a casa delle seppie fresche ho usato il nero in bustina comprato da un pescivendolo,ma metterò anche il procedimento col nero fresco[cosi potete scegliere voi] e poi io [come faceva mia mamma]uso solo quella che da noi si chiama “SALSINA” cioè l estratto di pomodoro e non uso pelati ,ma chi vuole li usi pure[ma il gusto perde un po…]
Pulire le seppie, avendo cura di mettere da parte le vescichette col nero, e tagliarle a piccoli pezzi;per la quantità regolatevi a gusto… io metto le vescichette di 4 seppie . In una padella mettere 3 cucchiai di olio, 2 spicchi d’aglio tritato o intero per chi vuole toglierli  e tritate 2 cipollette fresche farli insaporire per qualche minuto, quindi aggiungere le seppie e il prezzemolo tritato…….far insaporire pochi minuti e quindi aggiungere una “boattina”di “strattu ” ovvero la salsina o estratto di pomodoro[o 250 gr di pelati], aggiungere un po d acqua per un sugo denso e far cuocere per 25 minuti, aggiustare di sale e solo a questo punto unire il nero delle vescichette immergendolo[pochi secondi] un po nel sugo x riscaldarlo e poi facendolo cadere sul sugo stesso premendolo con le dita [o mettere il nero in bustina]….. mescolare bene, lasciar cuocere ancora per 5 minuti e poi spegnere …IL SUGO è PRONTO!!!!!!

Cuocere, intanto, gli spaghetti nell acqua dove avete sciolto dello zafferano[potete non metterlo]  scolarli e  tenere da parte un po’ della loro acqua di cottura…rovesciarli  quindi nella padella con le seppie e il nero e ripassarli velocemente a fuoco vivo, aggiungendo l’acqua di cottura necessaria perchè il sughino non si asciughi e sia cremoso….a questo punto componete il piatto mettendo sopra della ricotta[possibilmente di pecora]……ma potete anche non mettere la ricotta e dare una bella grattugiata di grana o anche non mettere niente…….la vostra pasta è pronta….INNEVATA E MANGIATA!!!!!!!!ECCOLA COL GRANA……..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente BUONA PASQUA 2012 A TUTTI VOI.......AUGURI!!!!!!!!!!!!! Successivo pesce spada e peperoni arrostiti alla siciliana

4 commenti su ““ETNA INNEVATA” cioè spaghetti col nero di seppia e ricotta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.