Pastiera napoletana di Clara

img_7598

La pastiera napoletana è un dolce che non mi ha mai entusiasmato particolarmente, ma l’ho sempre assaggiata per tradizione, con mamma e suocera di adozione napoletana non poteva che essere così :)) Quest’anno ho deciso di provare a farla io, e come al solito mi sono messa alla ricerca della ricetta “perfetta” (cioè quella che si avvicinasse di più all’originale) e nelle mie ricerche l’ho individuata in questa della mia amica blogger Clara (da qui Pastiera Napoletana di Clara)…fatta e …divorata!!! E per chi lo volesse sapere si, è, a mio giudizio, quanto di più simile all’originale io potessi provare:)

Ingredienti:

per la pasta frolla (due teglie da 26 cm)

  • 500 gr di farina
  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale

per il ripieno:

  • 750 gr di grano precotto
  • 500 gr di ricotta
  • 500 gr di zucchero
  • 5 uova medio/piccole
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 fialette piccole di millefiori
  • un po’ di latte
  • buccia grattugiata di una grossa arancia e un limone
  • canditi a piacere

Procedimento:

Impastare gli ingredienti per la frolla velocemente e delicatamente e far riposare in frigo per un’ora. Io l’ho fatta il giorno prima e l’ho lasciata riposare tutta la notte. Mettete a colare la ricotta per tutta la notte in frigorifero.

Preparare il grano per il ripieno: metterlo in una pentola con il latte che deve coprire a filo il grano e un poco di burro. Cuocere mescolando spesso e quando il grano avrà assorbito tutto il latte, spegnere e lasciar freddare. Potete fare questo passaggio il giorno prima dell’assemblamento della pastiera.

A questo punto impastare insieme la ricotta, lo zucchero, le uova, la buccia grattugiata di arancia e limone, la vanillina, la fiala di millefiori e infine il grano passato. Rimescolare bene e aggiungere i canditi.

Stendere la frolla, ricoprire lo stampo e tagliare l’eccesso. Versare il composto di ricotta e grano sul guscio di frolla lasciando un paio di cm dal bordo perché gonfierà in cottura e ricoprire con le strisce di pasta frolla.

Cuocere in forno statico a 150° (ventilato 130°) per circa due ore e mezza. Sui tempi di cottura regolatevi sul vostro forno, l’aspetto della pastiera cotta è il colore scuro e con delle crepe sulla superficie che poi freddandosi rientreranno. Lasciate freddare nel forno per tutta la notte.

Print Friendly
Precedente Torta soffice alle pesche noci Successivo Crostata di Maurizio Santin

Lascia un commento


*