Crumble di mele

photo2collageimage 9

Era da un po’ che volevo provare a fare il crumble di mele, l’asprigno delle mele che si unisce al dolce del crumble, e la cannella …… mhm dovevo provare! E quale migliore occasione per provarlo che il pranzo di domenica? Mi sembrava davvero il dessert giusto, non troppo chic, non troppo dolce, abbastanza leggero e poteva sostituire anche la frutta, quindi avrei preso due piccioni con una fava…. Mi sono messa quindi alla ricerca di una ricetta che mi soddisfacesse (anche perché non avevo proprio idea come si facesse il crumble) ed alla fine ho trovato questa, che vi ripropongo con delle piccole varianti, nulla di sostanziale…e che segno qui e sul mio libricino nero, perché resterà nei miei annali come uno dei più buoni dessert assaggiati ( e a me le mele cotte nemmeno piacciono)….

Ingredienti:

– 5 o 6 mele

– cannella q.b.

– succo di mezzo limone

– 120 gr di farina 00

– 100 gr di burro

– 80 gr di zucchero di canna

Procedimento:

In una ciotola mescolare la farina con il burro freddo di frigo tagliato a pezzettini e metà dello zucchero. Spruzzare il contenuto della ciotola con acqua fredda con cui vi sarete bagnati le dita in modo da non scaldare l’impasto. Lavorarlo velocemente con le dita in modo da avere grosse briciole e NON un impasto omogeneo come la frolla. Mettere la ciotola con le briciole in frigo per mezz’ora (o in freezer per 10 minuti). Nel frattempo tagliare le mele in quarti, sbucciatele e irrorarle con il succo di mezzo limone. Mettere le mele in una pirofila (o in delle cocottine se fate monoporzioni come ho fatto io), aggiungere l’altra metà dello zucchero e la cannella (io ho abbondato). A questo punto distribuire le briciole sulle mele (non su tutte, lasciate qualche buchino tra una mela e l’altra) e infornate in forno già caldo per circa 30 minuti a 200 gradi (ventilato) o fino a che la superficie non sarà dorata e croccante.

Servire il dolce nello stesso contenitore in cui è stato cotto e servite il dolce caldo in pezzi irregolari, prendendoli con una paletta o un grosso cucchiaio. Per accompagnare io ho usato (come da suggerimento della ricetta originale) yogurt greco total, la ricetta originale suggerisce l’utilizzo della panna da cucina come accompagnamento, ma io avevo lo yogurt greco e l’ho servito così, se qualcuno prova me lo faccio sapere:) Divino.

 

Print Friendly
Precedente Salsicce e broccoletti Successivo Tiramisu ai fichi d'india

Lascia un commento


*