Sabato scorso mio marito e la mia bimba, insieme a mio papà, sono andati nei boschi a cercare le castagne. Devo dire che il bottino è stato più che ricco: in un paio d’ore sono tornati a casa con più di tre chili di castagne.
Io sono rimasta un po’ perplessa, ho pensato che non potevamo mangiare così tante caldarroste (trovate qui la ricetta), sarei diventata io una grande caldarrosta. Allora mi sono armata di tablet, internet e ho cercato delle valide alternative. Fino a che mi sono imbattuta in questa pagina e ho scoperto che potevo ricavarne della farina di castagne home made per preparare una bella torta (a breve la ricetta).

Ci ho provato e voilà ce l’ho fatta, procedimento un po’ laborioso ma che da tanta soddisfazione. Provare per credere.
Il rendimento è un po’ bassino, io da quasi un chilogrammo di castagne ne ho ricato 250 gr di farina, giusto per un dolce.

Farina di castagne home made

Per prima cosa occorre lavare accuratamente le castagne e fare con un coltello una incisione a X sul dorso. Posizionarle in una pentola, ricoprirle d’acqua e portarle a ebollizione. Dal momento in cui l’acqua bolle, cuocere le castagne per 30-40 minuti (a seconda della grandezza).
Quando le castagne saranno cotte, scolarle, sbucciarle avendo cura di non lasciare la pellicina interna che è amara e sbriciolarle grossolanamente su di una teglia foderata di carta forno.
Cuocere nuovamente la castagne in forno a 150-160 gradi per circa un’oretta in modo che si asciughino e si tostino.
Una volta trascorso il tempo necessario, lasciarle raffreddare e dopodichè, con l’aiuto di un frullatore, frullare accuratamente le castagne fino ad ottenere una farina finissima e il gioco è fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.