E anche quest’anno è arrivato il periodo delle castagne e quando compro o mangio questo frutto è sempre un tuffo nel passato e ritorno bambina a quando il mio papà mi portava a raccoglierle nei boschi sopra il mio paese, oppure quando, il giorno del mio compleanno, mi svegliavo la mattina e trovavo sul mobile della cucina un suo post-it di auguri con due o tre caldarroste naturalmente già sbucciate.
Ieri a casa mia è stata la classica domenica in pantofole, con qualche film stupido alla televisione e delle fumanti caldarroste cotte al forno. Volendo avrei potuto tranquillamente cuocerle nella classica padella bucherellata, ma così facendo ho evitato l’odore in casa.

Caldarroste

Per prepararle occorre immergerle in acqua per una mezz’oretta, image

dopodiché vanno scolate e praticato un taglio sufficientemente profondo lungo circa un paio di centimetri. Questo eviterà che in cottura scoppino sporcandovi tutto.
imageAccendere il forno a 200-220 gradi e quando sarà arrivato a temperatura cuocerle per 20-30 minuti a seconda della grandezza dei frutti. Saranno cotte quando tutte le castagne si saranno aperte e la buccia un po’ bruciacchiata.image
Una volta tolte dal forno, avvolgerle per un quarto d’ora in un panno umido in modo che sarà facilitata l’operazione di sbucciatura. E voilá, un bel bicchiere di vino e la merenda è pronta!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.