Torta Pasqualina

 
Quest’oggi vi voglio proporre la ricetta della torta pasqualina , antica ricetta genovese della tradizione pasquale, ma che oggi viene preparata tutto l’anno e con varie versioni.
Per questa ricetta a chi mi potevo rivolgere se non alla nonna della famiglia, chi meglio di lei può preparare la ricetta originale e così questo pomeriggio, armata degli ingredienti necessari, mi sono recata a casa di nonna Angioletta.
Lei è la nonna di mio marito, ma dopo più di 15 anni che la conosco, è diventata un pò anche la mia.
Adesso parliamo un pò della torta che anticamente veniva preparata con ben 33 strati di sfoglia, tanti quanti gli anni di Cristo.
Negli anni si è un pò persa la tradizione e ognuno fa a suo piacere, usando ingredienti diversi, sostituendo le bietole con i carciofi per esempio.
Ma veniamo alla ricetta adesso.
 
 
Ingredienti per 4 persone
 
500 gr. di farina
700 gr. di bietole
4 uova + 2 tuorli
1 cipolla piccola
20 gr. di ricotta
100 gr. di parmigiano
la mollica di un panino
1 bicchiere di latte
un ciuffo di prezzemolo e di maggiorana
sale
olio
 
Preparar la sfoglia impastando la farina con 5 cucchiai d’olio, un pizzico di sale, e acqua tiepida necessaria ad ottenere una pasta morbida ed elastica.
Lasciarla riposare per almeno 2 ore  coperta da un canovaccio umido.
 
 
Dopo aver pulito, lavato e lessato le bietole in abbondante acqua salata, scolarle e strizzarle con cura.
Tritare la cipolla, il prezzemolo e la maggiorana e rosolare il tutto in una padella con poco olio. Aggiungere le bietole anch’esse tritate e cuocere per 5 minuti.
In una ciotola sbattere 4  uova, con il parmigiano, la mollica di pane ammollata nel latte e la ricotta. Salare e unire le bietole intiepidite.
 
 
A questo punto ci attende l’operazione più difficile…stendere la pasta!
Prendere un pò di impasto e con il mattarello o con l’aiuto della macchinetta, stendere la pasta più sottilmente possibile.
Per fare un paragone, come lo spessore della pasta fillo.
Poggiare sul fondo della teglia 3 strati di pasta, ungendo con pochissimo olio fra ogni strato.
 
 
Versare l’impasto, e ricavando dei piccoli solchi, aggiungere i 2 tuorli non troppo vicini fra loro.
Poggiare strati di pasta, uno sopra l’altro, sempre ungendo d’olio fra uno e l’altro.
Coprire fino a terminare la pasta o fino ad aver ottenuto un discreto numero i strati. Noi ne abbiamo ottenuti una decina.
 
 
Infornare a 160° per 40 minuti e successivamente 5 minuti di solo grill per “colorare” la torta.
Lasciar freddare e sfornare su di un piatto.
 
 
 
Ed eccoci qui con la nonna Angioletta dopo un pomeriggio di cucina e di chiacchiere.
 
 
 
 
 
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Un pensiero su “Torta Pasqualina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>