Crea sito

Omini di Natale

Print Friendly, PDF & Email

Non chiamateli biscotti di pan di zenzero o “gingerbread”: questi simpaticissimi biscotti sorridenti sono i miei omini di Natale fatti di pasta frolla Milano bianca e pasta frolla Milano al cacao! Due braccine, due gambette e qualche dettaglio con la ghiaccia colorata: basta poco per ricreare l’atmosfera magica del Natale a colazione o a merenda🎄

Volete un buon motivo per iniziare subito a fare gli omini di Natale? Beh, se il loro sapore delizioso non vi tenta abbastanza, vi consiglio assolutamente di farli per divertirvi a decorarli, meglio ancora se in compagnia! Io, ad esempio, li ho fatti con mia figlia ed è stato uno spasso ridere insieme delle sciarpe imperfette e delle sbavature tra i bottoni dei nostri omini. L’importante infatti non è ottenere dei dolcetti impeccabili, ma pasticciare con tutta la famiglia, magari con una bella playlist di canzoni di Natale da urlare a squarciagola!

Ebbene, se siete ancora qui, siete pronti a scoprire come realizzare i vostri omini di Natale.

Omini di Natale - l'aPina in cucina
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per l’impasto

Ingredienti per la ghiaccia

  • 50 galbume
  • 230 gzucchero a velo
  • coloranti alimentari

Strumenti

  • Spianatoia
  • Mattarello
  • Stampino
  • Teglia
  • Gratella per dolci
  • Sac a poche
  • 2 Pentole
  • Frusta
  • Sbattitore
  • Spatola
  • Termometro
  • Ciotola

Preparazione degli omini di Natale

Gli omini

  1. Per preparare i vostri simpaticissimi omini di Natale, occorre innanzitutto occuparsi della pasta frolla: io ho utilizzato sia la pasta frolla Milano bianca che la pasta frolla Milano al cacao, in questo modo i biscotti saranno ancora più unici.

    Intanto riprendete la vostra pasta frolla, che avevate lasciato a riposare.

    🌟Sapevate che si può anche congelare la pasta frolla? Si tratta di un espediente molto utile per averla sempre pronta tra una ricetta e l’altra! Tranquilli, gusto e consistenza restano inalterati 😉

    Con l’aiuto di un mattarello, stendete la vostra pasta frolla finché non ha lo spessore di mezzo centimetro. A questo punto, realizzate tanti omini di Natale (anche di diverse dimensioni!) con uno stampino e riponeteli su una teglia antiaderente. In alternativa, potete utilizzare anche una teglia forata o rivestita di carta da forno.

    Lasciateli riposare in frigo per circa 30 minuti e nel frattempo preriscaldate il forno. 

    Quindi infornate i vostri biscottini a 170° per circa 15 minuti con forno ventilato, oppure a 180° per gli stessi minuti con forno statico.

Le decorazioni

  1. Ma veniamo alla parte più divertente di questa ricetta e al vero motivo per cui tutti siamo qui: le decorazioni degli omini di Natale!

    Per rendere i vostri omini unici, dovete innanzitutto creare la ghiaccia. Ci sono tanti modi per farlo: ottenere la ghiaccia con acqua e zucchero a velo oppure fare una ghiaccia reale con albume e zucchero a velo. La ghiaccia reale è un composto più stabile della ghiaccia. Io ho usato la ghiaccia reale. Per realizzarla normalmente si utilizza uno sbattitore elettrico per montare l’albume insieme a metà dello zucchero a velo, previsto nella ricetta, e poi si aggiunge il restante zucchero a velo continuando ad amalgamare con una spatola.

    Io però ho preferito pastorizzarla, per una questione di sicurezza alimentare. Per cui ho utilizzato la cottura a bagno maria: ho riempito la pentola più ampia con dell’acqua e ho riposto al suo interno un pentolino, facendo attenzione che non venisse a contatto con l’acqua, con l’albume e metà dello zucchero a velo.

    Ho fatto sobbollire l’acqua e nel frattempo ho continuato a sbattere l’albume e lo zucchero con una frusta a mano, finché il termometro alimentare non ha segnato 63°.

    Dopodiché ho versato il mio composto in una ciotola e, con uno sbattitore elettrico ho continuato a frullare aggiungendo un altro po’ di zucchero a velo, in modo tale da far raffreddare l’impasto.

    A quel punto, con una spatola ho aggiunto il restante zucchero a velo, finché non ho ottenuto un composto della giusta consistenza.

    🌟La vostra ghiaccia non dev’essere troppo dura, perché altrimenti sarebbe inutilizzabile con una sac a poche, ma neppure troppo liquida, in quanto i vostri disegni risulterebbero davvero imprecisi. Se vi sembra troppo dura, provate ad aggiungere qualche goccia d’acqua, e viceversa se è troppo liquida aggiungete un po’ di zucchero a velo!

    Se seguirete tutti i passaggi, otterrete una ghiaccia reale pastorizzata, ma se non avete a disposizione un termometro alimentare, potete sempre creare una ghiaccia reale tradizionale (come sopra).

  2. Omini di Natale - l'aPina in cucina

    A questo punto, dovete colorare la vostra ghiaccia! Io l’ho utilizzata sia bianca (il colore naturale della ghiaccia) che rossa, grazie all’ausilio di un colorante alimentare. Ma, come avrete immaginato, per decorare gli omini di Natale non ci sono regole precise, per cui sbizzarritevi come preferite con i colori!

    Inserite la vostra ghiaccia in una sac a poche (una per ogni colore che decidete di utilizzare) con un beccuccio con un foro molto piccolo o in mancanza tagliate di pochissimo la punta della sac a poche usa e getta. Bene artisti, ora avete i vostri pennelli!

    🌟Mentre utilizzate le vostre sac a poche, coprite la ciotola della restante ghiaccia con un panno umido: in questo modo eviterete che si asciughi rapidamente!

    I quantitativi di ghiaccia indicati negli ingredienti bastano per fare diversi biscotti. Non indicherò un numero esatto perché dipende dalla dimensione dei vostri omini e dalla quantità di decorazioni che deciderete di realizzare.

    🌟Se la ghiaccia avanza, non buttatela via! Conservatela in un contenitore ermetico e riponetela in frigo: resisterà per 3-4 giorni. Un modo per sfruttare la ghiaccia in più è realizzare stelline, fiorellini o altri piccoli elementi decorativi su della carta da forno e lasciarli asciugare: un ottimo modo per dare un tocco di classe a dei gustosi dolcetti!

  3. Ora non vi resta che lasciar asciugare i vostri omini di Natale su una gratella per dolci, prima di servirli a colazione o a merenda. Buone Feste!

    Se vi è piaciuta questa ricetta, seguitemi anche sui miei canali social.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.