Pomodorini secchi sott’olio

Print Friendly, PDF & Email

Oggi vi propongo una ricetta di tradizione pugliese: i pomodorini secchi sott’olio! L’usanza richiederebbe l’impiego dei pomodori San Marzano ma io ho preferito utilizzare i pomodorini, piccoli ed ugualmente molto saporiti. Vediamo insieme il procedimento!

Pomodorini secchi sott'olio 3

Pomodorini secchi sott’olio

Ingredienti:

  • Pomodorini
  • Acqua
  • Aceto
  • Olio extravergine d’oliva

Per realizzare questa ricetta potete comprare al supermercato i pomodorini secchi oppure, come me, farli a casa.

Procedimento tradizionale:

Dunque, lavate sotto l’acqua corrente i pomodorini e riduceteli a metà. Disponeteli su di una rete ed esponeteli al sole dalla parte tagliata cosparsi di sale fino. Lasciateli seccare per diversi giorni sotto al sole mettendoli al riparo solo la sera (vi consiglio di collocarli in casa per evitare che si inumidiscano e tirarli fuori la mattina seguente sempre alla luce del sole). Continuate così fin quando i pomodorini non saranno ben asciutti e privi di acqua.

Procedimento con forno (il metodo che prediligo):

Su di una placca ordinate i pomodorini già lavati con cura e tagliati a metà e cospargeteli di sale fino. Metteteli nel forno a temperature basse, massimo a 150º per diverse ore, da 8 a 12 ore, fino a quando non diventano molto asciutti e disidratati. Dopodiché toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare.

Ora portate ad ebollizione una pentola con metà acqua e metà aceto (ad esempio, per 1 litro d’acqua ci vuole 1 litro d’aceto). Regolate di sale. Calate i pomodorini e fateli cuocere per circa 5 minuti. Scolateli e fateli asciugare molto bene su di un canovaccio pulito tamponandoli con della carta da cucina, come in foto:

Pomodorini secchi sott'olio 1

Adesso riempite dei vasetti precedentemente sterilizzati con dell’olio extravergine d’oliva e, non appena i pomodorini secchi si saranno seccati, metteteli al loro interno. Volendo potete aggingere del peperoncino. Chiudete i barattoli e procedete con la sterilizzazione per far fare il vuoto.

Si raccomanda di seguire le linee guida fornite dal ministero della salute.

Quindi coprite completamente i vasetti di acqua fredda in un pentolone (deve superarli di almeno 5 cm). Per evitare che i barattoli si rompano durante il processo, potete mettere tra i vari contenitori dei canovacci. Portate ad ebollizione e fate bollire per 70 minuti. Dopodiché fate raffreddare e conservateli al buio, lontano da luce e calore.

Se volete consumarli al momento, potete semplicemente farli seccare dopo averli fatti bollire nell’acqua e aceto, e condirli a piacere e lasciali marinare in frigorifero per almeno 2 ore. Adesso potete farcire panini, crostini ecc e mangiarli… Buon appetito!

Se ti piace la ricetta seguimi anche sul Facebook cliccando “mi piace” su questa pagina fb:

facebook-love1

Seguimi anche su Instagram:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Be Sociable, Share!
Precedente Ravioli freschi con ricotta e noci Successivo Crostini con pomodorini secchi e formaggio spalmabile

Lascia un commento