“Carciofi arraganati”

Print Friendly, PDF & Email

Dalle mie parti la coltura orticola più diffusa e più pregiata è il carciofo, tanto da indire ogni anno una sagra tutta dedicata a questa composita.

I carciofi sono cucinati e consumati nei più svariati modi, ma la preparazione più semplice e povera che apparteneva alle nostre nonne è senza dubbio quella dei ” carciofi arraganati”.

Il termine “arraganato” è utilizzato per indicare una preparazione con abbondante origano. 

Pur partendo da alimenti pregiati, i carciofi arraganati rappresentano uno di quei contorni molto modesti e genuini poichè non richiedono una preparazione ed una cottura elaborata.

Ingredienti:

  • carciofi
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo q.b.
  • origano q.b.
  • olio q.b.
  • sale q.b.
  • mollica di pane raffermo (facoltativo) 

Mondare i carciofi eliminando le foglie più esterne e dure, spuntarli per eliminare le spine e metterli, man mano, in acqua fredda. Tagliarli in quattro parti, eliminare l’eventuale “barbetta”, e metterli in una casseruola. Condirli con olio, aglio e prezzemolo tagliati finemente, sale, origano e mollica di pane raffermo sbriciolato. Coprire a filo con acqua e portare a cottura.

Servire caldi o tiepidi.

Con questa ricetta partecipo al contest: “Le ricette della carestia”

 Con questa ricetta partecipo al contest: “L’Italia in cucina”

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente Collaborazione con il Molino Chiavazza Successivo Colomba Pasquale

7 commenti su ““Carciofi arraganati”

  1. giuseppe il said:

    neanch’io sapevo che arraganato volesse dire fare con origano comunque l’origano non c’e l’ò proverò a mettere un po di prezzemolo buon appetito a tutti.

  2. Grazia il said:

    non sapevo che il termine “arraganato” si riferisse all’uso di origano come condimento: non si finisce mai di imparare! al mio paese è usato per indicare verdure condite con sale, olio, aglio, prezzemolo, ricoperte da mollica di pane raffermo e cotte in forno in modo da far abbrustolire la mollica presente in superficie, per la gioia dei bambini (ma anche mia). Non ho mai pensato di cucinare così anche i carciofi: ci proverò e ti farò sapere!!

    • pinaincucina il said:

      Si, anch’io sò che questo termine viene usato per le cotture da te descritte. Però sò che viene usato anche per indicare cotture in cui sia prevista la presenza abbondante di origano che ne caratterizza il gusto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.