Pane integrale con lievito madre e semi misti

Non c’è niente di più buono del profumo del pane quando si diffonde per tutta la casa.

Ultimamente mi sto appassionando alla panificazione, e ho scoperto che dietro c’è un mondo affascinante in continua evoluzione, sia per quanto riguarda le tecniche, l’utilizzo di materie prime di qualità e la rivalutazione di alcune farine antiche.

Per il mio pane ho usato farine integrali di grano italiano, acquistate direttamente da un mulino restaurato e rimesso in funzione.

Ho voluto sperimentare l’utilizzo di più farine, dosando la percentuale un po’ d’istinto, devo dire che il risultato è molto soddisfacente, e poi come dice mia madre; “il pane è sempre buono”.

 

 

  • Preparazione: 10+ 12 ore di lievitazione Minuti
  • Cottura: 60 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Farina di farro 250 g
  • Farina Manitoba 250 g
  • Farina di solina 200 g
  • Lievito madre 100 g
  • Lievito di birra fresco 5 g
  • Miele 20 g
  • Sale 20 g
  • Acqua 500 ml
  • Semi misti 60 g

Preparazione

  1. Quando si decide di fare il pane non bisogna avere fretta perché per una buona riuscita i tempi di lievitazione sono fondamentali, in genere vanno dalle 12 alle 24 ore, soprattutto se si utilizzano farine integrali.

  2. Iniziate la preparazione del pane facendo un lievitino, versate il lievito madre in un contenitore di vetro o di plastica, unite il miele, 70 ml di acqua presa dalla dose il lievito di birra e100 g di farina Manitoba presa sempre dalla dose, coprite con pellicola e fate riposare fino a quando non sarà raddoppiato di volume e incomincia a fare le bolle.

    Se non avete il lievito madre, potete preparare il lievitino aumentando il lievito di birra, ne userete 12g.

  3. Versate le farine in una ciotola di plastica, create al centro una fontana e versateci all’interno il lievitino, unite i semi e incominciamo a impastare, aggiungendo un po’ alla volta l’acqua; non versatela tutta assieme perché potrebbe anche non servire tutta, dipende da quanto assorbe la farina, infine unite il sale e continuate ad impastare fino a quando il composto non risulterà liscio ed elastico.

    Naturalmente se avete la planetaria questa operazione sarà più facile, coprite con pellicola e mettete in frigo per tutta la notte.

     

  4. Il giorno successivo, prendete l’impasto dategli la forma che desiderate, adagiatelo su una placca da forno, fate delle incisioni, coprite con una tovaglia e aspettate che raddoppi di volume.

     

    Quando il pane sarà lievitato spolverizzate con farina e cuocete a forno preriscaldato a 220°per i primi 20 minuti, poi abbassate a 200° per altri 15 minuti, infine terminate la cottura a 180°.

    Gli ultimi dieci minuti lasciate il forno un po’ aperto.

    Vi do un piccolo suggerimento alla base del forno mettete una tazza con l’acqua, questa servirà a creare vapore e far cuocere il pane in maniera uniforme, creando la crosticina croccante fuori e mantenendo l’interno morbido.

    Sfornate e fate raffreddare su una gratella .

     

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente stringozzi con funghi e pomodori pachino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.