SPAGHETTI CON LA BOTTARGA

SPAGHETTI CON LA BOTTARGA

Ricetta di Piero Benigni

La bottarga è costituita da uova di tonno o muggine, salate ed essiccate. Del muggine vengono messe in commercio le due sacche ovariche intere, mentre quelle del tonno, ben più grosse, vengono vendute a tranci.

Quella che si trova già grattugiata è in genere di qualità leggermente inferiore. La pasta condita con la bottarga è un piatto da sogno: vediamo come si prepara:

la cucina di piero

http://blog.giallozafferano.it/pierobenigni/spaghetti-con-la-bottarga/

  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:15 minuti
  • Cottura:15 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • spaghetti 320 g
  • bottarga di muggine da grattare 30 g
  • burro 20 g
  • aglio, prezzemolo, olio evo

Preparazione

  1. SPAGHETTI CON LA BOTTARGA

    Ricetta di Piero Benigni

    Grattugiate o microaffettate la bottarga sopra un piatto.

    Nella padella in cui salterete la pasta fate soffriggere un paio di spicchi di aglio tritato fino a che non prenderà un po’ di colore, poi spengete il fuoco e mettete il ricciolo di burro, facendolo solo sciogliere.

    Aggiungete la metà della bottarga e mischiatela dolcemente con la miscela olio e burro. Ripeto, la bottarga non deve friggere.

    Questo poco burro è indispensabile: oltre a completarne il sapore, serve a far aderire il condimento alla pasta.

    Scolate la pasta appena appena al dente, perché non si potrà spadellare se non pochissimo, e buttatela in padella.

    Fatela saltare 4 o 5 volte, poi spolverate sopra la rimanente bottarga. La pasta è pronta!

    NOTE

    Se possibile si usi una delle grattugie di ultima generazione, con fori piccoli e affilatura al laser, perché più è fine la bottarga e meglio è per il profumo e il sapore.

    Va bene anche una micropialla da cucina, come quella da tartufi mostrata in foto con la grattugia.

    Non si può terminare la cottura della pasta in padella come usuale con moltissimi piatti, aggiungendo via via goccetti di acqua di cottura, perchè la bottarga già presente in padella perderebbe rapidamente il sapore.

    Per lo stesso motivo, date la spolverata finale proprio alla fine della spadellatura. Se poi ne aggiungerete un po’ sul piatto servito, tanto meglio.

    Quando comprate la bottarga scartate quella in cui le sacche di uova sono troppo piccole: i muggini giovani hanno meno sapore.

    Nel soffritto di aglio iniziale potete mettere peperoncino a piacere. La quantità di olio da mettere non deve essere eccessiva. Guardate le foto.

    Si può spolverare il piatto con poco prezzemolo tritato fine, non ci sta male. Si possono usare anche tagli di pasta diversi, come mostra l’ultima foto.

     

Precedente PICI E PASTA CON LE BRICIOLE Successivo TORTA DELLE MONACHE

Lascia un commento