SEPPIE IN ZIMINO O CON LE BIETOLE

la cucina di piero

http://blog.giallozafferano.it/pierobenigni/seppie-in-zimino-o-con-le-bietole/

SEPPIE IN ZIMINO O CON LE BIETOLE

Ricetta di Piero Benigni

Le SEPPIE IN ZIMINO o CON LE BIETOLE o INZIMINO DI SEPPIEsono un classico piatto toscano e ligure, molto diffuso anche nelle trattorie e nei ristoranti popolari.

Sono poco costose, facili da fare e assai saporite, per cui piacciono generalmente a tutti. Vediamo come si preparano.

 

SEPPIE IN ZIMINO
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • seppie, fresche o surgelate 800 g
  • bietole fresche o 400 g se surgelate 600 g
  • cipolla media 1
  • pomodori o 200 g di polpa 4

Preparazione

  1. Pulite bene le seppie eliminando occhi e becco, apritele, evisceratele e  tagliatele a pezzetti.

    Mondate le bietole eliminando le costole dure, tagliatele a striscioline e mettetele a bagno, cambiando l’acqua più volte.

    Tritate la cipolla e mettetela a rosolare con 4 cucchiai d’olio di oliva e un po’ di peperoncino. Dopo 10 minuti aggiungete le seppie e continuate la cottura a fuoco dolce per 20 minuti.

    Lavate i pomodori, eliminate i semi, fateli a dadini e aggiungeteli nel tegame. In mancanza, usate 200 g di passata.

    Dopo 5 minuti aggiungete le bietole e portate alla fine la cottura a tegame semicoperto e fuoco dolce.

    Dopo 5 minuti aggiungete le bietole e portate alla fine la cottura a tegame semicoperto e fuoco dolce.

    Il piatto finito dovrà essere abbastanza sugoso: alla fine regolate di sale e pepe, condite con un filo di olio extravergine d’oliva e servite ben caldo.

    Il piatto si fa anche con gli spinaci, senza nulla cambiare. Si può usare tranquillamente verdura surgelata, che è ovviamente già cotta e si può aggiungere un po’ dopo.

    Tenete presente che in genere le seppie impiegano 40-50 minuti in totale a cuocersi bene, raramente di più. Se usate delle seppioline esse si cuoceranno un po’ prima.

    E’ fondamentale che il fuoco per le seppie sia sempre molto delicato, altrimenti induriscono e diminuiscono molto di volume.

    Alcuni aggiungono poco sedano, un ciuffo di prezzemolo e uno spicchio d’aglio agli odori, ma la ricetta tradizionale non li prevede.

    la cucina di piero

Precedente SALTIMBOCCA A LA ROMANA Successivo RISOTTO AL POMODORO

Lascia un commento