RISO O MINESTRA SUL PASSATO DI FAVE

la cucina di piero

http://blog.giallozafferano.it/pierobenigni/riso-o-minestra-…-passato-di-fave/

 RISO O MINESTRA SUL PASSATO DI FAVE

Ricetta di Piero Benigni

Questa minestra di riso o di pasta minuta è tipica della tradizione contadina e popolare toscana.

È buonissima, semplice da farsi e molto economica, perché permette di utilizzare anche le fave verdi un po’ vecchie, quelle dure e farinose o passate di freschezza. Provatela, vi sorprenderà per il suo gusto!

Si è usato del riso della varietà Originario, adatto a minestre e pasticceria, ma è ottima anche una pastina minuta come paternostri, avemarie, semini, stelline e simili, sempre nella stessa quantità del riso.

In questo caso fate cuocere passata e brodo per 10 minuti, poi aggiungete la pastina.

 

(Le foto mostrano la preparazione per 2 persone, con riso e altri ingredienti dimezzati)

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Riso o pastina minuta: 200 g
  • fave (2 kg all’acquisto): 300 g
  • burro: 40 g
  • cipolla media: 1
  • carota: mezza
  • costola di sedano: mezza
  • brodo vegetale: 1,5 l
  • concentrato di pomodoro: mezzo cucchiaio

Preparazione

Sgusciatura delle fave. Per averne 3 etti ci vogliono 2 kg di baccelli.

Cottura delle fave in un pentolino

Preparazione del battuto

Rosolatura del battuto

Passatura di fave e soffritto col disco a fori grandi

La passata

Aggiunta del brodo, del concentrato e del riso

Aggiunta del burro a cottura terminata

RISO O MINESTRA SUL PASSATO DI FAVE

RICETTA DI PIERO BENIGNI

 

Il piatto si fa con le fave fresche, anche se un po’ ammoscite, indurite e farinose, che si possono usare in ogni caso.

Lessatele in una casseruola con acqua che le copra a filo e poco sale, avendo cura di tenerle sempre bagnate fino a quando non saranno tenere.

Nel frattempo fate soffriggere separatamente, con 2 cucchiai d’olio, un trito degli odori fino a che la cipolla non sarà ben appassita.

Aggiungete adesso un mestolino d’acqua calda e cuocete per altri 5 minuti, poi aggiungete le fave, fate insaporire tutto assieme e infine passate col disco a fori grandi.

Rimettete la passata sul fuoco, aggiungete poi il brodo ben caldo e il concentrato di pomodoro. Questo deve essere poco, nella quantità indicata.

Quando riprende il bollore, aggiungete il riso e cuocete a fuoco moderato per il tempo necessario. Se usate la pastina, fate cuocere 10 minuti prima di aggiungerla, poi portatela a cottura.

Prima della fine aggiungete 40 g di burro e mettete a punto di sale. Regolate la densità finale in base alle vostre preferenze, aggiungendo se credete ancora  un po’ di brodo o acqua caldi.

Servite caldo o tiepido, con pepe e formaggio parmigiano o pecorino.

Buon appetito!

Precedente ALICI IMPANATE AL FORNO Successivo FRITTELLE DI MELE

Lascia un commento