ALICI IMPANATE AL FORNO

la cucina di piero

http://blog.giallozafferano.it/pierobenigni/alici-impanate-al-forno/

ALICI IMPANATE AL FORNO

Ricetta di Piero Benigni

Le alici impanate al forno che vi presento sono un piatto buonissimo, facile da farsi ed economico, ma non si dimentichi che il pesce azzurro, per il suo alto contenuto di grassi Omega 3, è anche salutare al massimo. Vediamo la semplicissima ricetta.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    45 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • alici: 800 g
  • pangrattato: 200 g
  • Prezzemolo: 1 ciuffo
  • aglio: 2 spicchi
  • sale, pepe, finocchio selvatico q.b.

Preparazione

Dopo aver diliscato e lavato le alici, asciugatele con carta da cucina

La scodella con pangrattato e gli altri aromi

Si finisce di mettere l’impanatura sulle alici disposte in teglia

Pronte per essere infornate

Eccole, dorate e croccanti!

ALICI IMPANATE AL FORNO

La quantità indicata tra gli ingredienti costituisce un normale secondo piatto, ma se le servirete come antipasto scendete a mezzo chilo, sempre per 4 persone. Le foto mostrano la preparazione del piatto con 500 g di alici assai grandi.

Pulite le alici eliminando visceri, testa e lisca, poi lavatele sotto l’acqua corrente e mettetele in un levapasta per scolare. Dopo un po’ asciugatele tra due fogli di carta da cucina.

Mettete in una scodella il pangrattato e il trito di prezzemolo e aglio. Aggiungete un pizzichino di fiori secchi di finocchio selvatico, dopo averli ben sbriciolati.

E’ a piacere l’aggiunta di un trito fine di capperi salati: io stesso a volte li metto, altre no, ma ci stanno molto bene. Quando le impanate, pressatele bene sul pangrattato, per farlo aderire bene.

Disponete le alici nella teglia del forno con la pelle sotto e la parte interna sopra. Distribuite sopra l’eventuale impanatura avanzata. Salate con moderazione e impepate a piacere.

Io non metto olio in questo piatto, perché le alici già ne contengono in abbondanza nelle carni: non si attaccano e restano asciutte e croccanti.

Mettete in forno statico a 170°C, con calore sopra e sotto e a metà in altezza. Fate cuocere finché non saranno ben dorate e asciutte. Gli ultimi 5 minuti mettete il forno in modalità ventilata.

Si vede benissimo quando sono pronte, perché prendendole per la coda non si piegano, ma rimangono dritte.

Non si può dare un tempo preciso, che dipende soprattutto dalla dimensione assai variabile, ma considerate tra 30 e 40 minuti.

Servitele subito a scottadito, così come sono oppure condite con un filo d’olio e una spruzzata di limone.

Buon appetito!

Precedente CROSTINI CHE PASSIONE Successivo RISO O MINESTRA SUL PASSATO DI FAVE

Lascia un commento