Crea sito

Pizza napoletana Margherita

Come avrete capito siamo delle vere appassionate di pizza. Ci piace farla in casa, ordinarla a domicilio e naturalmente mangiarla in pizzeria. Con gli anni siamo diventate molto esigenti: ci piacciono gli ingredienti di qualità e gli impasti ben lievitati. Prestiamo attenzione alla qualità del pomodoro, della mozzarella e specialmente alla digeribilità dell’impasto, essendo anche molto sensibili ai lieviti. Insomma, sulla pizza non si scherza, vogliamo il meglio!!
Ecco dunque perché ci abbiamo messo tanto a trovare la perfetta ricetta homemade, che abbiamo recentemente postato qui. Avendo la base perfetta potete quindi sbizzarrirvi nel preparare i condimenti che più preferite, noi vi suggeriremo i nostri preferiti. Questa rubrica dedicata alla pizza non può che aprirsi con la regina, l’unica e l’inimitabile: la pizza napoletana Margherita. Ebbene si, ci piacciono gli accostamenti particolari e le pizze gourmet, ma specialmente quando proviamo posti nuovi iniziamo sempre dalla semplicità, perché per giudicare la bontà di una pizza bisogna iniziare dalle basi.
A noi piace la pizza originale, quella napoletana con quel bel cornicione alveolato (e guai a chi lascia i cornicioni nel piatto!!) e l’impasto più sottile al centro. Vi proporremo quindi questa versione, con il cornicione e con un metodo di cottura che assicura croccantezza ma senza bruciare il condimento.
Senza ulteriori indugi passiamo al procedimento per la pizza napoletana margherita, fateci sapere se vi piace!

A presto con una nuova pizza!
Federica & Maria

Pizza napoletana Margherita
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • q.b.semola
  • q.b.passata di pomodoro
  • 1mozzarella
  • q.b.sale
  • 1 filoolio extravergine d’oliva
  • q.b.origano
  • 2 fogliebasilico

Preparazione

Iniziamo con la preparazione dell’impasto
  1. Pizza napoletana Margherita

    Dopo aver concluso la lievitazione dell’impasto per la pizza procedete a dividerlo in panetti di circa 250 grammi. Nel frattempo accendete il vostro forno al massimo.

  2. Cospargete il piano di lavoro di farina o semola. Prendete un panetto e lavoratelo in modo da formare una pallina ben tonda.

  3. Iniziate ad appiattire la pallina partendo sempre dal centro. L’obiettivo è quello di creare il cornicione quindi si deve procedere ad appiattire l’impasto nella zona centrale creando un accumulo di impasto nel bordo della pizza. Nel fare questa operazione assicuratevi di avere il piano sempre ben cosparso di farina/semola per evitare che l’impasto si attacchi alla superficie.

  4. Una volta ottenuta una forma rotonda con il cornicione ed un interno sufficientemente sottile potete disporre la pizza in teglia. Noi mettiamo prima la carta forno ed un filo d’olio, poi delicatamente (magari anche con l’aiuto di un’altra persona) disponiamo la pizza sulla teglia.

  5. Procedete ora con l’aggiunta della passata di pomodoro. Vi consigliamo di versare la passata in un recipiente, aggiungere olio e sale e mescolare: in questo modo il condimento sarà uniforme. Disponete poi con un cucchiaio la quantità desiderata di pomodoro nella base della pizza.

  6. A questo punto potete infornare la base per circa 8-10 minuti nella base del forno, proprio nella parte inferiore. Non abbiate paura, questo passaggio servirà per rendere la base croccante e dorata ma non la brucerà. Dopo 5 minuti consigliamo di controllare la cottura con l’aiuto di una forchetta, ogni forno è diverso e il tempo suggerito è indicativo.

  7. Nel mentre che la base cuoce tagliate la mozzarella e schiacciatela in un piatto fondo con una forchetta. Più sarà “sbriciolata”, meglio riuscirete a distribuirla.

  8. Una volta che la base è cotta sfornatela e aggiungete la mozzarella e l’origano. Ora Infornate nuovamente nella parte alta del forno e abbassate la temperatura a 200°C. Fate cuocere per circa 10 minuti, fino a che non sarà dorata in superficie e la mozzarella sarà fusa.

  9. Pizza napoletana Margherita

    Sfornate e aggiungete qualche foglia di basilico fresco e un filo d’olio. Aspettatate qualche minuto e gustatela.

Note

– Se vi avanzerà della pizza non temete, il giorno dopo tornerà come appena sfornata! Vi basterà scaldarla in una padella con un coperchio a fuoco medio/basso e tornerà fragrante senza diventare secca.

/ 5
Grazie per aver votato!

Una risposta a “Pizza napoletana Margherita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.