Parmalat rileva da Kraft attività Canada per 1,1 miliardi

Parmalat rileva da Kraft attività Canada per 1,1 miliardi

Parmalat rileva da Kraft attività Canada per 1,1 miliardi
Parmalat rileva da Kraft attività Canada per 1,1 miliardi

Acquisiti asset divisione che si occupa di formaggi naturali

Parmalat ha raggiunto un accordo con Kraft Heinz Canada per l’acquisizione di alcuni asset della divisione che si occupa della produzione e commercializzazione di ‘natural cheese’. Il prezzo dell’operazione, si legge in una nota, è stato convenuto in 1,62 miliardi di dollari canadesi, pari a circa 1,1 miliardi di euro. Nel 2017 il fatturato netto delle attività rilevate è stato pari a circa 560 milioni di dollari canadesi, pari a 374 milioni di euro.

L’attività acquisita, che include i marchi ‘Cracker Barrel, ‘P’tit Quebec’ e ‘aMOOza!’ comprende anche un sito produttivo a Ingleside, Ontario, che impiega circa 400 persone, e volumi rilevanti di quote latte. Per finanziare l’acquisizione, subordinata all’autorizzazione delle autorità canadesi, Parmalat farà ricorso sia a risorse proprie che al debito. Il multiplo pagato, fanno notare fonti finanziarie, è pari a 12,6 volte l’ebitda, in linea con le valutazioni di società che operano nel settore dei formaggi, a marginalità più elevata rispetto a quelle del latte. “Con questa operazione, in un mercato importante come quello canadese, il Gruppo Parmalat acquisisce un portafoglio rilevante nel segmento dei formaggi ‘natural’ ad alto valore aggiunto” si legge nella nota. Parmalat sottolinea che la “significativa valenza strategica” dell’acquisizione va ricondotta alla possibilità “di fare leva” sul “marchio Cracker Barrel, consentendo di integrare l’attuale offerta di natural cheese in Canada a marchio Black Diamond”, alla possibilità “di migliorare” il posizionamento del gruppo italiano “in tutto il territorio canadese, con particolare riferimento al Quebec, regione nella quale il Gruppo Parmalat ha attualmente una limitata penetrazione, e alle altre zone del Paese nelle quali il Gruppo non è presente” e infine “di crescere nei canali retail a più alto valore aggiunto”. Il contratto di compravendita prevede che B.S.A. (Lactalis) rilasci una garanzia a beneficio di Parmalat e nell’interesse di Kraft, al fine di assicurare l’adempimento di tutte le obbligazioni assunte da Parmalat tra cui, in particolare, il pagamento del prezzo dell’acquisizione.

Fonte Ansa.it

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Precedente Ue dà ragione a Italia, danni da riso Birmania-Cambogia Successivo Dalla Ue ok alla raccolta delle firme per un'etichetta vegana

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.