La Sardella piccante

La Sardella piccante (Estate, al mare)

Sardella piccante
Sardella piccante

Questa è una ricetta di Petronilla, che è considerata piccante, non perché contenga peperoncino ma perché contiene Senape in polvere, il piccante nella senape non è dato dalla, capsaicina, come nel peperoncino, ma dall’Isotiocianato, una sostanza contenuta anche nel Rafano e quindi nel wasabi.
La senape gialla in polvere presente in questa ricetta è un ingrediente molto apprezzato nella cucina moderna, utilissima per la preparazione di salse – la remoulade o la vinaigrette le più famose – mostarde, e pietanze a base di carne.
È in grado di insaporire moltissimo, apportando un bassissimo valore di calorie.
Dalla polvere dei semi miscelata con acqua, aceto e altri ingredienti, deriva la famosa salsa senape, nota anche come “mostarda”. Questo secondo nome risale al XIII secolo, quando in Francia e Inghilterra i semi di senape venivano aggiunti al mosto per conservarlo meglio: il termine deriva dal latino “mosto che arde” per indicare la nota piccante. Le salse più note sono quelle di Digione e Bordeaux; conosciute anche quella inglese, arricchita con curcuma, e quella tedesca, spesso aromatizzata alle erbe.

Con mostarda si indica anche infine una macedonia di frutta sciroppata con acqua, zucchero e semi di senape molto diffusa in Italia (famose quelle di Mantova e Cremona).

Ingrediente per 4 persone

800 gr di Sardine fresche
30 gr di acciughe salate
100 gr Insalatina mista
4 cucchiai di olio Evo
1 limone biologico
1 cucchiaio colmo di senape in polvere
1 cucchiaino i semi di senape per guarnire
1 cucchiaio di origano secco
1 Mazzetto di prezzemolo
1 pizzico di pepe
Olio EVO q.b.
1 uovo
Farina pangrattato e olio di arachidi per friggere.

Preparazione

Pulite le sardine e apritele a libro, togliete lavatele e asciugatele bene,
disponeteli in un piatto, con la pelle in basso, salate e pepate poco. Prepariamo la salsina in un contenitore,
Prendete 3 filetti di sardine tagliateli a pezzetti e ineriteli in un bicchiere, da mixer, aggiungete, 4 cucchiai di olio evo, il succo di un limone biologico, un cucchiaio colmo di senape in polvere, le acciughe salate pulite, un cucchiaio di origano secco, controllati che non ci siano rametti, un cucchiaio di prezzemolo infine un pizzico di pepe. Una frullata, non dovete insistere, l’importante che il tutto si amalgami.

Disponete la salsina ottenuta, sopra i filetti di sardine, coprite e fate riposare per una mezzoretta.

Preparate i 3 piatti con la farina l’uovo e il pangrattato, mettete a scaldare l’olio, quando sarà in temperatura, passate i filetti prima nella farina, poi nell’uovo battuto, infine nel pangrattato e friggete da entrambe le parti fino a quando non si sarà colorato, disponeteli su carta assorbente, salate un pochino, completate l’operazione per tutti i filetti, appena avete finito, con i filetti, nello stesso olio, friggete il prezzemolo dopo averlo lavato e asciugato bene, anche questo su carta assorbente.

Sul fondo del piatto mettete dell’insalata mista condita con poco sale e poco olio, deponete i filetti con la coda verso l’alto. Sopra deponete il prezzemolo fritto. Decorate con i semi di senape.

Buon appetito

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.instagram.com/calorifi/
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici

Sardine con salsa
Sardine con salsa
Precedente Spaghetti con Sardella Successivo La Finocchiona IGP

Lascia un commento

*