Cracco, Cannavacciuolo e i Cerea nel monastero di Astino

Cracco, Cannavacciuolo e i Cerea nel monastero di Astino

Cracco, Cannavacciuolo e i Cerea nel monastero di Astino

Cracco, Cannavacciuolo e i Cerea nel monastero di Astino

Chiusi nel monastero. Per tre giorni. Ma si mangia e si beve. Il millenario monastero di Astino dal 13 al 15 ottobre accoglie 100 tra i migliori cuochi, artigiani del gusto, produttori, pasticcieri, vignaioli del territorio che racchiude le quattro province del progetto East Lombardy, Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova. A loro si aggiungono le star della cucina, quelle che fanno registrare il sold out come ai concerti. Domenica sera, dalle 18, vanno ai fornelli Carlo Cracco, Antonino Cannavacciuolo e i fratelli Chicco e Roberto Cerea. Non c’erano dubbi: gli 800 posti a disposizione sono già esauriti da settimane. Tutto ciò accade a due passi da Bergamo all’evento Astino nel gusto, definito l’evento gastronomico dell’anno perché si abbina al G7 dell’agricoltura che vedrà al tavolo dei lavori i ministri dell’agricoltura di sette paesi: Italia, Stati Uniti, Germania, Francia, Giappone, Regno Unito e Canada.

 GLI APPUNTAMENTI Nella valle della biodiversità, nel monastero di Astino, 40 ettari di bosco, 9 mila metri quadri di orto botanico con oltre 200 varietà di alberi da frutto, si celebra un evento che solo domenica 15 al mattino sarà bonificato e chiuso al pubblico per consentire una visita privata ai ministri. I nomi che fanno “gola” sono di altissimo livello: Carlo Cracco, prossimo all’apertura in Galleria a Milano, Antonino Cannavacciuolo, da Villa Crespi a Orta San Giulio (Novara), Davide Oldani, del D’O di Cornaredo, Heinz Beck della Pergola di Roma, la nuova giudice di Master Chef Antonia Klugmann del ristorante L’Argine a Dolegna del Collio Gorizia e i padroni di casa Cerea con il noto “Da Vittorio” a Brusaporto vicino a Bergamo. In ogni evento almeno uno di loro ci sarà.

Chef Astino Nel Gusto

I PIATTI Cracco si cimenterà in suo classico: l’uovo affumicato. Cannavacciuolo punta su Plin di gorgonzola (di cui è testimonial), cozze e limone. Beck proporrà un misterioso piatto chiamato Fontana e pomodoro. Oldani va sul Timballo di fregola con salsa al vino bianco, zafferano e gambero. La Klugmann punterà sul vegetariano: Orzo, farro e radice amara. E i Cerea andranno sulla tradizione: Polenta bergamasca, taleggio, funghi porcini e pasta di salame. Saranno 25 le tappe gastronomiche ideate per la manifestazione. Venerdì 13 alle 18 si parte con il primo cooking show (condotto da Lisa Casali) riservato ai primi 100 visitatori che si registrano acquistando il biglietto in prevendita. Che costa 55 euro, anziché 70 come in biglietteria. Gli altri appunatamenti sono previsti sabato dalle 12 con Oldani nel ruolo di “capitano” e poi dalle 18 con Antonia Klugmann a guidare la serata. E infine l’evento che chiude domenica sera, come detto già esaurito. In cucina si alterneranno nei tre giorni i 22 chef stellati di East Lombardy.

CON IL BIGLIETTO Ogni percorso prevede un carnet di esperienze che include uno chef nazionale, quattro stellati, quattro del territorio della Lombardia Orientale, un maestro pizzaiolo, un maestro panificatore, due maestri pasticcieri. Si potrà vedere lo chef all’opera e, oltre ai piatti, sarà possibile assaggiare i prodotti di quattro produttori e i vini proposti da otto diverse cantine. Nel menu c’è di tutto: antipasti, primi, secondi, pizze, pasticceria, gelateria, prodotti tipici del territorio. Ogni visitatore riceve il passaporto di Astino nel gusto. Si tratta di un diario di viaggio in cui saranno scandite le tappe di ogni itinerario. Il documento contiene informazioni sugli chef e sui protagonisti del “viaggio” prescelto. Ogni assaggio viene registrato nel passaporto che è impreziosito da disegni dell’illustratore Gianluca Biscalchin.

Fonte http://gazzagolosa.gazzetta.it/

calogero@peperonciniedintorni.it
https://www.facebook.com/PeperoncinieDintorni?ref=hl
http://peperonciniedintorni.giallozafferano.it
https://plus.google.com/u/0/
https://twitter.com/@calorifi
https://www.linkedin.com/home?trk=nav_responsive_tab_home Calogero Rifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*