Risotto ai frutti di mare

IMG_6744

Risotto ai frutti di mare

Descrivere il profumo e la delicatezza del gusto di questo risotto ai frutti di mare è davvero molto difficile! Poche accortezze, molta pazienza per prepararlo e il risultato sarà un sicuro successo 😉

Ingredienti per 6 persone:

  • 500 gr di riso qualità “vialone nano”
  • 1,2 lt di brodo di pesce
  • olio evo q.v.
  • 300 gr di gamberi
  • 200 gr di cozze
  • 200 gr di vongole
  • 200 gr di calamari
  • aglio q.b.
  • sale q.b.
  • 1 noce di burro
  • 1 bicchiere di vino bianco secco

Preparazione:

Se decidete di preparare questo risotto ai frutti di mare, armatevi di buona volontà e pazienza, perchè ricordate che in cucina non deve esserci mai fretta, ovviamente quando si preparano pietanze particolari. Altro requisito: un buon pescivendolo amico 🙂 che vi dia degli ottimi freschi ingredienti di base affinchè il vostro risotto sia speciale. In realtà oltre i gamberi, le cozze e le vongole, potete usare i pesci che trovate al momento, quelli più freschi, sia adatti per il brodo, che per unirli al risotto, infatti molto spesso non programmo gli ingredienti quando cucino il pesce, ma adatto la pietanza a quello che trovo di fresco e buono da comprare; quindi al pescivendolo dovete chiedere dei freschi prodotti per fare un buon brodo di pesce, quindi pesci da zuppa 🙂 poi prendete dei crostacei, se trovate calamari e quanto altro vi aggrada.  Tornando a casa vi aspetta un pò di lavoro per la preparazione, ma sarà ampiamente ripagato dal risultato! Iniziamo a preparare il brodo: versate in pentola dell’olio evo, sedano tritato, carota, uno spicchio d’aglio, 2 pomodorini, 1 cipolla tritata finemente, prezzemolo, basilico e rosolatevi i vostri pesci da zuppa qualche minuto, aggiungere pochissimo sale, una manciata di pepe nero e la quantità di acqua necessaria (circa 1,2 lt) per la preparazione del brodo che vi servirà per cuocere il riso; il brodo dovrà cuocere a fuoco lento per almeno un ora e mezza, trascorso il tempo lo filtrate e lo rimettete in pentola pronto da unire al riso durante la cottura. Nel frattempo dedichiamoci ai crostacei ed eventuali altri pesci: sgusciate i gamberi, lasciatene qualcuno con la crosta per decorare i piatti prima di servirli in tavola, teneteli in una ciotola lavati e crudi (li unirete al risotto solo pochi minuti prima di iniziare a mantecare), potete saltare in padella soltanto quelli interi che vi servono per guarnire il piatto; le vongole vanno prima sbattute su di un piano o tagliere, per eliminare eventuali tracce di sabbia, poi saltate in padella con uno spicchio di aglio finchè non si aprono (se volete potete filtrare il liquido ottenuto ed unirlo al brodo di pesce); le cozze vanno pulite e saltate in padella con uno spicchio d’aglio. Sia le cozze, che le vongole vanno tirate fuori dal guscio una volta cotte, lasciatene soltanto qualcuna per decorare il piatto. Se avete comprato dei calamari, lavateli, puliteli, tagliateli a rondelle e saltateli in padella con un filo d’olio. Adesso iniziamo a preparare il risotto: quindi il brodo di pesce è pronto, i crostacei e i calamari sono pronti (sia da aggiungere al risotto che alcuni per decorare il piatto), prendete una capiente padella, versatevi dell’olio evo e appena scotta rosolare il riso vialone nano e subito dopo aggiungere un bicchiere di vino bianco secco, lasciatelo evaporare qualche minuto, quindi iniziate ad alimentare il vostro risotto a poco a poco con il brodo; mi raccomando non troppo brodo, ma quello necessario a farlo cuocere lentamente, mescolate ed alimentate; 5 minuti prima della cottura unite le cozze, le vongole, i gamberi crudi e i calamari, mi raccomando mescolare delicatamente. Appena il chicco di riso sarà ben al dente, mantenete il risotto non troppo asciutto, spegnete il fuoco e iniziate a mantecare aggiungendo a filo dell’olio evo, circa mezzo bicchiere, infine aggiungete la noce di burro, mantecate ancora qualche secondo finchè non avrete ottenuto un risultato cremoso, impiattare, guarnire con i crostacei lasciati nel guscio e servire. Buon Appetito!

Lascia un commento