Uova strapazzate vegan

Da quando ho conosciuto il tofu, un alimento naturale derivato dalla soia, difatti conosciuto anche come caglio di soia, mi sbizzarrisco nella preparazione di svariate ricette. Per esempio, una delle ultime e che ha sorpreso i miei ospiti, è stata quella delle uova strapazzate vegan. Già, sembra abbastanza improbabile che le uova ed il vegan possano coesistere così facilmente nello stesso periodo. Eppure è così proprio grazie al tofu, che io sbriciolo grossolanamente e poi unisco ad una pastella addensante che mi permette di frastagliarlo proprio come se fosse la classica frittata da strapazzare. Perciò questa delle uova strapazzate vegan è una ricetta davvero originale, di quelle da tenere sempre buona, specialmente se si vuole preparare un secondo piatto alternativo o magari come idea per sorprendere gli ospiti durante il brunch il della domenica.
Sono sicuro che a questo punto non vedi l’ora di scoprire la ricetta delle uova strapazzate vegan, bene eccola qui e, mi raccomando, fammi sapere se ti è piaciuta!

 

Ingredienti per 4 persone:

400 g di tofu,
100 g di latte di mandorla,
1 cucchiaino colmo di amido di mais,
1 cucchiaino di curcuma in polvere,
½ cipolla dorata media,
4 – 5 rametti di timo,
un filo di olio extravergine d’oliva,
una presa di sale,
un pizzico di pepe nero macinato.

 

ricetta uova strapazzate vegan, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione delle uova strapazzate vegan:

 

  • Per prima cosa comincia tagliando a cubetti il tofu e poi versa in un mixer. Aziona le lame in modalità pulse, cioè a scatti ripetuti, e ottieni dei pezzetti grossolani. Eventualmente potresti anche fare al coltello. Poi passa alla cipolla, mondala e tritala finemente, anche nel mixer ma con la stessa modalità in modo da non renderla una crema. In una padella metti a scaldare un filo d’olio insieme alla cipolla, lascia andare per una decina di minuti a fiamma bassa.

uova strapazzate vegan, peccato di gola di giovanni 1

  • Quando la cipolla sarà ben rosolata unisci il tofu a pezzetti e lascia cuocere anche questo per una decina di minuti (se dovesse servirti aggiungi qualche cucchiaio d’acqua). Nel frattempo, in un recipiente, versa il latte di mandorla e unisci l’amido di mais, la curcuma in polvere,

uova strapazzate vegan, peccato di gola di giovanni 2

  • un pizzico di pepe nero macinato e mescola bene il tutto. Trascorso il tempo necessario per far insaporire il tofu unisci il composto, che servirà a far legare il tutto, regola di sale e mescola per qualche istante finché non si sarà un po’ compattato.

uova strapazzate vegan, peccato di gola di giovanni 3

  • Dopo qualche minuto puoi spegnere la fiamma e sfogliare un po’ di timo per profumare, dai un’ultima mescolata prima di servire.

uova strapazzate vegan, peccato di gola di giovanni 4

  • Ecco pronte le tue uova strapazzate vegan, buon appetito!

 

ricetta uova strapazzate vegan, peccato di gola di giovanni 2

 

Qualche consiglio:

puoi aumentare la quantità di curcuma in polvere se preferisci un colore più intenso;
invece del pepe nero prova altre spezie, magari della paprika affumicata o dello zenzero;
spolverizza con erbe aromatiche a tuo piacimento se non hai o non preferisci il timo;
il sapore del latte di mandorle rende molto più gustosa le tue uova strapazzate vegan, ma se preferisci puoi utilizzare un’altra bevanda vegetale a tuo piacimento.

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus 🙂

Be Sociable, Share!
 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.