Tiramisù foresta nera

Avevo pensato di fare tanti giri di parole per parlare del tiramisù foresta nera, ma alla fine ho scelto che fosse lui a presentersi. Si tratta di un dolce che rivisita due grandi classici della pasticceria: il tiramisù, così storico e sontuoso, e la torta foresta nera, elegante e quasi fiabesca se immagini di perderti nella foresta. Frutta + cioccolato, il più classico degli abbinamenti, capace di conquista anche i più scettici, rigiocano insieme questa sfida che porta il nome di tiramisù foresta nera. I cucchiaini affondano in strati di savoiardi inzuppati nel succo delle ciliegie e intervallati da una soffice e delicata crema al mascarpone senza uova, una poesia per il palato, oltre ad essere un dessert caratteristico e raffinato da servire a fine pasto.
Che ne pensi? Stai per prepararlo?

Dopo aver pensato a come realizzare la ricetta del tiramisù foresta nera, è toccato a Mauro Padula occuparsi del bellissimo scatto fatto per la rivista di GialloZafferano.
Perciò la mia foto è liberamente ispirata alla sua creazione.

 

Ingredienti per uno stampo da 27 x 15 cm:

300 g di savoiardi (circa 28),
250 g di ciliegie tipo duroni,
300 g di acqua,
80 g di kirsch,
50 g di zucchero.

 

Per la crema al mascarpone:

500 g di mascarpone freschissimo,
200 g di panna fresca liquida,
30 g di zucchero.

 

Per decorare:

6 ciliegie tipo duroni,
150 g di riccioli di cioccolato fondente.

 

ricetta tiramisù foresta nera, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione del tiramisù foresta nera:

  • Comincia mettendo subito fuori dal frigo il mascarpone, così dopo sarà più facile lavorarlo. Prosegui preparando la crema al mascarpone. In un recipiente versa la panna freddissima di frigorifero e poi lo zucchero. Aziona le fruste a velocità media e poi aumenta un po’: in questo modo non avrai problemi a montarla a neve. In un altro recipiente metti il mascarpone e lavoralo qualche istante con la spatola: diventerà più malleabile.

tiramisù foresta nera, peccato di gola di giovanni 1

  • Aggiungi poi la panna in due tempi: inizialmente stempera con energia e poi aggiungi la restante parte con delicatezza, fai dei movimenti che vanno dal basso verso l’alto. Adesso che hai ottenuto una crema spumosa trasferiscila in una sa-à-poche munita di bocchetta a fiore, riponi in frigorifero per almeno mezzora.

  • Nel frattempo occupati delle ciliegie: puliscile dai piccioli e poi sciacqua brevemente sotto l’acqua fresca. Dividile a metà eliminando il picciolo e poi buttale in padella. Unisci lo zucchero e accendi a fiamma medio alta. Mescola e aspetta qualche minuto, il tempo necessario per far fuoriuscire il liquido di vegetazione. Dopodiché versa il kirsch facendo moltissima attenzione all’eventuale fiammata di ritorno.

tiramisù foresta nera, peccato di gola di giovanni 3

  • Dopo circa 1 minuto la parte alcolica sarà evaporata, aggiungi l’acqua e porta a bollore. Infine spegni e scola le ciliegie tenendo il succo da parte. Su un piatto da portata posiziona uno stampo d’acciaio allungabile di 27 x 15 cm. All’interno disponi i savoiardi inzuppandoli per 1 secondo nel liquido ancora caldo. Sistema i biscotti in un senso, tagliandoli a metà se occorre.

tiramisù foresta nera, peccato di gola di giovanni 4

  • Poi spremi un po’ di crema in superficie e livella con una spatola o un coltello liscio. Sullo strato levigato aggiungi i duroni scolati e di nuovo i savoiardi inzuppati: stavolta però distribuiscili in senso opposto a quello iniziale. Schiaccia delicatamente così da compattare gli strati e rivesti con la crema. Infine leviga la superficie.

tiramisù foresta nera, peccato di gola di giovanni 6

  • Passiamo alla decorazione.

 

Decorazione del tiramisù foresta nera:

  • Per decorare il dolce immagina di dividerlo in sei quadrati e nel mezzo di ognuno spremi la crema, ottenendo in totale sei ciuffi. Guarnisci la superficie posizionando sulle sommità dei ciuffi 1 ciliegia e cospargi tutto il resto coi riccioli di cioccolato.

tiramisù foresta nera, peccato di gola di giovanni 7

  • Lascia rassodare in frigorifero il tuo tiramisù foresta nera per almeno un’ora prima di gustarlo.

 

ricetta tiramisù foresta nera, peccato di gola di giovanni 2

 

Qualche consiglio:

i riccioli di cioccolato possono essere difficili da trovare ma non disperare puoi sempre farli da te con una barretta, basterà utilizzare il pela patate e grattugiarne circa 50 grammi;
se non hai il kirsch puoi utilizzare in alternativa il maraschino;
se non è tempo di ciliegie e non vuoi perdere l’occasione per gustare questo dessert utilizza le ciliegie, o amarene, sciroppate;
io adoro il tiramisù foresta nera ben ghiacciato, perciò lo congelo già in porzioni e poi lo lascio a temperatura ambiente per una mezzoretta prima di gustarlo.

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Be Sociable, Share!
 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.