Spaghetti alla carbonara

La storia dello Stivale si è spesso lasciata affascinare e influenzare dalla cultura degli altri paesi. È un po’ quanto accaduto probabilmente nel 1944, il primo cenno scritto della ricetta degli spaghetti alla carbonara, quando gli americani incuriosirono i cuochi italiani con il bacon e le uova che usavano così frequentemente. Perciò un’oste nel Vicolo della Scrofa, stradina caratterista di Roma dove ci sono tantissime osterie, combinò gli ingredienti tipici americani alla pasta, la più solenne delle tradizioni italiane. Nacque così il primo prototipo degli spaghetti alla carbonara che poi man mano, da ricetta povera è diventata vero e proprio oggetto di ricerca e anche di disputa.

Sebbene infatti ciascuno asserisce di avere, o conoscere, la ricetta originale in realtà non fa altro che raccontare soltanto la versione tipica della propria famiglia. Ma posso dire la mia? Adoro questa cosa che ognuno possa dire la propria quando non c’è una ricetta depositata. Ogni famiglia ha la sua storia da raccontare e io passerei ore ad ascoltare, studiare e commentare insieme a chi ha la certezza di conoscere l’autentica e sola ricetta.

Perciò, io non so se questa sia la ricetta originale degli spaghetti alla carbonara, ma sicuramente è ispirata dalle fonti più autorevoli ed è quella che a me piace tantissimo. La cucina laziale verace ha nel cuore questa ricetta che è semplice e autentica, e la tramanda con una passione travolgente proprio come succede con gli spaghetti all’amatriciana e agli spaghetti alla gricia. Perciò se ti fa piacere fammi sapere la tua storia, ma soprattutto prova la mia versione e fammi sapere se ti è piaciuta!

Ingredienti per 4 persone:

320 g di spaghetti
125 g di guanciale
3 uova grandi freschissime a temperatura ambiente,
60 g di pecorino romano grattugiato,
una presa di sale,
un pizzico di pepe nero macinato,
un filo d’olio extravergine d’oliva.

 

ricetta spaghetti alla carbonara, peccato di gola di giovanni

Preparazione degli spaghetti alla carbonara:

  • Comincia mettendo subito sul fuoco una pentola con acqua e sale, non appena sarà in ebollizione potrai cuocere gli spaghetti. Prosegui eliminando la cotenna dal pezzo di guanciale e taglia a striscioline spesse circa ½ cm. In una padella d’acciaio versa pochissimo olio, all’incirca 1 cucchiaino, lascia scaldare un attimo e poi unisci le listarelle di guanciale. Lascia andare a fuoco medio per una decina di minuti, così il grasso tenderà a sciogliersi mentre la carne diventerà croccante, dorata e profumata.

spaghetti alla carbonara, peccato di gola di giovanni 1

  • Nel frattempo rompi le uova in un recipiente, regola di sale e unisci il pecorino romano grattugiato mescola e tieni da parte. A questo punto la pasta dovrebbe essere cotta, scolala direttamente nella padella e aggiungi pochissima acqua di cottura. Servirà a far amalgamare meglio gli amidi della pasta con il fondo di cottura.

spaghetti alla carbonara, peccato di gola di giovanni 2

  • Spegni la fiamma e unisci le uova sbattute mescolando subito affinché il calore della pasta e del fondo possano dare una breve cottura alle uova. Quindi mescola spesso mentre spolverizzi con un po’ di pepe nero macinato. Al bisogno puoi aggiungere ancora un goccio d’acqua calda.

spaghetti alla carbonara, peccato di gola di giovanni 3

  • Ecco pronti i tuoi spaghetti alla carbonara, non ti resta che servire subito.

 

ricetta spaghetti alla carbonara, peccato di gola di giovanni 2

 

Qualche consiglio:

non sprecare la cotenna, servirà infatti ad insaporire tantissime altre preparazioni, come piatti a base di legumi, zuppe e brodi;
gli spaghetti alla carbonara possono facilmente cambiare veste utilizzando formati di pasta differenti come mezze maniche o rigatoni;
qualcuno non utilizza gli albumi ma soltanto i tuorli, in questo modo il composto risulterà meno cremoso e quindi più fluido, prova qual è di tuo gradimento.

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus 🙂

Be Sociable, Share!
 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.