Panzanella

Caldo, troppo caldo per cucinare! Per fortuna che la cucina italiana mette a disposizione tanti buoni piatti che non sono sempre e per forza elaborati. La panzanella è uno degli esempi migliori di cucina fresca, leggera e senza prodotti derivanti da animali. E, proprio per chi non lo sapesse, anche se è davvero cosa rara, è un piatto della bellissima Toscana. Se ricordi ne avevo già parlato sul mio profilo di Instagram (ci vediamo anche lì?) dopo una breve vacanza a Firenze. Un piatto che ho amato tantissimo insieme alla meravigliosa pappa al pomodoro e insieme alla panzanella rappresentano al meglio la cucina toscana. Due ricette che condividono i due ingredienti protagonisti: il pane sciapo e la semplicità. Ingredienti, tra l’altro, che stanno benissimo in questo periodo così caldo. Perciò, che ne pensi? Di buoni motivi per provare la panzanella ce ne sono davvero molti. Non trovi? Fammi sapere che ne pensi!

Ingredienti per 4 persone:

400 g di pane toscano raffermo,
250 g di pomodori ramati,
1 cipolla rossa media,
qualche fogliolina di basilico,
4 cucchiai di aceto di vino bianco,
un pizzico di pepe nero macinato,
acqua q. b.

 

ricetta panzanella, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione della panzanella:

  • Per cominciare affetta il pane e poi taglialo anche a metà. Versa in un recipiente e bagna con acqua: il pane non dovrà essere letteralmente immerso ma semplicemente bagnato. Tieni in ammollo per qualche minuto e intanto occupati del resto. Stacca i pomodori dal rametto, sciacqua e asciuga. Dopodiché affetta e taglia a cubetti di circa 1 centimetro.

panzanella, peccato di gola di giovanni 1

  • Versa in una ciotola e passa alla cipolla. Puliscila, dividila in due, se vuoi elimina l’anima, e affettala a 3 – 4 mm di spessore. Man mano versa nella ciotola con i pomodori e poi aggiungi anche delle foglie di basilico spezzettate a mano. Riprendi il pane, strizzalo bene e versalo nella bacinella.

panzanella, peccato di gola di giovanni 2

  • Guarnisci con un po’ d’olio extravergine d’oliva e un pizzico di pepe nero macinato. Mescola bene ed ecco pronta la tua panzanella.

panzanella, peccato di gola di giovanni 3

  • Puoi servirla a temperatura ambiente o fredda di frigorifero.

ricetta panzanella, peccato di gola di giovanni 2

 

Qualche consiglio:

sono davvero tantissime le personalizzazioni che si possono fare alla panzanella, l’importante è scegliere quello che si preferisce;
tra le varianti più comuni c’è l’aggiunta del cetriolo, olive, uova sode e qualcuno aggiunge addirittura del tonno;
se non ami l’aceto di vino bianco puoi utilizzare quello di mele, è molto più delicato;ricorda di utilizzare un buon olio extravergine d’oliva, di quelli corposi e saporiti, così compenserai la mancanza del sale.

 

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus ti aspetto! 🙂

Be Sociable, Share!
 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.