Bavarese al tè matcha

Da quando ho conosciuto il tè matcha, un’importante varietà giapponese, ricca di sapore e di antiossidanti mi sono dato da fare con la produzione delle ricette. Oggi per esempio ti parlo del bavarese al tè matcha, una versione più colorata e ricca del dolce classico per eccellenza. La sua consistenza morbida e delicata è perfetta da servire ai tuoi ospiti per dessert. Ma quello che renderà speciale il momento più dolce del pasto è l’ingrediente caratteristico, appunto il tè matcha. Il suo sapore è molto particolare, a qualcuno ricordano addirittura un po’ quello degli spinaci, ma vedrai che si sposerà benissimo con tutti gli altri ingredienti. Esattamente come è successo quando ho preparato la cheesecake al tè matcha ed ero piuttosto scettico. Ma alla fine: nessun dubbio!
Non ti resta che scoprire questo bavarese al tè matcha, la sua magia e il suo sapore. Ah, prima di andare, ricordati di farmi sapere come lo decorerai, che sono curioso 😉

Ingredienti per uno stampo di 12 cm e alto 9 cm:

200 g di panna fresca liquida,
150 g di latte intero,
75 g di zucchero,
36 g di tuorli d’uovo 2,
5 g di gelatina in fogli,
25 g di tè matcha.

Per guarnire:

mandorle a lamelle q. b.

 

ricetta bavarese al tè matcha, peccato di gola di giovanni

 

Preparazione del bavarese al tè matcha:

  • Per cominciare metti in ammollo la gelatina in fogli in acqua fresca. Poi passiamo alla crema inglese, che è la base per poter preparare il bavarese. Sbatti per pochi istanti i tuorli con lo zucchero e tieni da parte. Poi, in un bagnomaria, metti a scaldare la panna, il latte e il tè matcha. Mentre versi quest’ultimo mescola con la frusta, così gli permetterai di sciogliersi meglio.

bavarese al tè matcha, peccato di gola di giovanni 1

  • Non appena il composto sarà riscaldato, ma non bollente, versalo sul composto di tuorli e zucchero. Dopo aver amalgamato bene il tutto trasferisci nuovamente nel bagnomaria e mescola a fuoco dolce per qualche minuto. Il composto dovrà raggiungere una temperatura compresa tra gli 82° e gli 85°.

bavarese al tè matcha, peccato di gola di giovanni 2

  • Se non hai il termometro puoi fare la prova con il cucchiaio. Non appena la crema vela il cucchiaio scorri un dito sul dorso. Se la crema resta separata allora si ritiene pronta. Spegni la fiamma e aggiungi la gelatina, scrollandola dell’acqua in eccesso. Mescola accuratamente per farla sciogliere nel composto e infine filtra il tutto attraverso un colino: questa operazione serve a togliere eventuali grumi.

bavarese al tè matcha, peccato di gola di giovanni 3

  • Sistema la ciotola in una più grande contenente acqua fredda, così facendo farai raffreddare prima il composto. Non appena sarà tornato a temperatura ambiente versalo in uno stampo di 12 cm e alto 9 cm che hai bagnato, e non asciugato, in precedenza con acqua fredda. Lascia rassodare in frigorifero per almeno 4 ore.

bavarese al tè matcha, peccato di gola di giovanni 4

  • Trascorso il tempo riprendi lo stampo e immergilo pochi pochissimi istanti in una ciotola con acqua calda. Appoggia un piatto sulla base e rovescia, in questo modo il dolce si troverà già pronto sul piatto da portata. Togli lo stampo e cospargi con delle mandorle a lamelle.

bavarese al tè matcha, peccato di gola di giovanni 5

  • Ecco pronto il tuo bavarese al tè matcha, gustalo freddo!

 

ricetta bavarese al tè matcha, peccato di gola di giovanni 2

 

Qualche consiglio:

se preferisci non utilizzare la panna basterà sostituire la sua quantità con il latte;
per ottenere un composto più compatto aggiungi qualche grammo in più di gelatina in fogli;
il bavarese al tè matcha può essere guarnito come preferisci per esempio con una coulis di frutti rossi o del cioccolato fuso.

 

Restiamo in contatto!
Iscriviti sul mio canale di YouTube e se vuoi condividi anche con le tue cerchie di Google Plus 🙂

Be Sociable, Share!
 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.