Vivere con una food blogger

Cosa significa vivere con una food blogger? Vi garantisco che non sono tutte rose e fiori come si sarebbe portati a pensare. Venite che vi racconto un po’.


vivere con una food blogger

VIVERE CON UNA FOOD BLOGGER

 

Nell’immaginario comune, vivere con una food blogger deve essere bellissimo.

Sono ormai abituata a sentirmi dire: “fortunati i tuoi che mangiano sempre cose buone”, “che bello avere tutti i giorni qualcosa di nuovo in tavola”, “i tuoi non si possono di certo lamentare” e via dicendo.

Io sorrido di fronte a queste frasi perché so cosa significhi davvero vivere con una food blogger.

Sì certo, è vero che in casa mia c’è sempre una ricetta nuova ad attendere la truppa a tavola, ma c’è anche altro. Ed è di questo “altro” che voglio parlarvi oggi.

Prima di tutto (questa è una regola fondamentale) nella casa di una food blogger il cibo NON VA ASSOLUTISSIMAMENTE TOCCATO fino a quando le foto non sono state fatte e controllate (operazione che richiede non poco tempo). Questo significa che se la torta è pronta nel pomeriggio e non c’è più la luce giusta per fotografarla… be’… quella torta NON SI MANGIA fino al giorno dopo. Avete una vaga idea delle proteste che insorgono?

Ormai prima di toccare qualsiasi cosa nel frigorifero e nella dispensa mi viene chiesto il permesso e un’altra domanda ricorrente è “l’hai già fotografato?”.

Sono arrivata al punto di mettere biglietti con la scritta “non toccare”, giusto per essere un filino più tranquilla. Manca solo il disegnino con il teschio! Avete presente l’incredibile Hulk? Ecco come divento quando mi accorgo che mi hanno mangiato un ingrediente che mi serve per una ricetta. Ergo….poiché non mi vogliono vedere verde, loro chiedono.

Altra cosa che mi rimproverano continuamente è il fatto di non rivedere mai due volte la stessa ricetta. Se le foto sono belle, essa viene archiviata. Punto! In questo caso le proteste maggiori riguardano i dolci. Davanti ad una torta particolarmente gradita mi chiedono sconsolati: “non la rivedremo mai più, vero?”. Mi fanno morire dal ridere. Ma NO, non la rivedranno più!

Anche gli amici si sono ormai adeguati ad avere una food blogger in compagnia e sanno che se io porto il dolce ci sarà sicuramente una fetta già tagliata. Ma loro non si lamentano!

E vogliamo parlare di tutto ciò che serve per allestire i set delle foto? Ormai in casa mia siamo sommersi da piatti, tazzine, bicchieri, posate…tutti rigorosamente singoli. E tovagliette, canovacci, pezzi di stoffa, assi di legno, pannelli di polistirolo, piani colorati.

Ma non si sacrificano solo loro, eh! Non dimentichiamo che la sottoscritta mangia quasi sempre tutto freddo. La pasta è pronta? Io servo loro (che altrimenti mi sbranerebbero) e fotografo la mia porzione.

Ecco qua! Vi ho raccontato cosa succede nel backstage della mia cucina.

Devo, quindi, ringraziare tutti quelli che ormai mi assecondano e dimostrano di avere (un po’ di) pazienza.


Seguitemi su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate QUI e poi mettete MI PIACE in alto a destra. Grazie! E sono anche su Twitter. Mi trovate QUI!

 

5 thoughts on “Vivere con una food blogger

  1. Paola, sono morta dalle risate. Sappi che ho letto il tuo articolo ad alta voce a davanti a mio marito e mio figlio e alla fine ho sentenziato – Visto, non siete gli unici-

  2. Ho riso tantissimo :o) Mi sono riconosciuta in tanti aspetti …
    Non è sempre facile per loro vivere con noi ma hanno il piacera di assagiare più cose in un mese que tanti altri in una vita !

Lascia un commento