Rabatòn – Piemonte

Il Rabatón è un prodotto tipico della piana tra Alessandria e Tortona, è un primo piatto. I rabatòn infatti sono dei simil gnocchi di ricotta e biete/spinaci. Prendono il nome dal dialetto “rabatà” gesto che si compie schiacciando ed arrotolando con le mani, una pallina di impasto fino a raggiungere le dimensioni di un mezzo sigaro. E’ un piatto povero della tradizione e oggi è oggetto di una sagra nel comune di Litta Parodi.

Cosa posso dirvi di più?! ricotta, spinaci, burro, formaggio, salvia… provateli! E sono anche facili da preparare con i bambini, si divertiranno sicuramente!

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 400 g Biete
  • 250 g Ricotta
  • 150 g Parmigiano reggiano
  • 1-2 Uova
  • 80 g Pangrattato
  • q.b. Farina
  • q.b. Noce moscata
  • q.b. Pepe
  • q.b. Sale
  • q.b. Brodo di carne
  • q.b. Burro
  • q.b. Salvia

Preparazione

  1. Far appassire o lessare le biete con un pizzico di sale. Quindi strizzarle bene per portar via più acqua possibile. Quindi metterle in un mixer con la ricotta, sale, pepe, un pizzico di noce moscata, il parmigiano, il pangrattato e iniziare con un uovo. Controllare quindi la consistenza del composto, se è facilmente maneggiabile va bene cosi, se è morbida aggiungere pangrattato se è dura aggiungere uovo. Prendere un pallina di impasto e lavorarla su una spianatoia con della farina fino a farla diventare uno gnocco più lungo. Portare ad ebollizione il brodo (attenzione al sale, da bilanciare con gli gnocchi) e lessare gli gnocchi fino a quando torneranno a galla. Scolare, disporli su una pirofila imburrata, aggiungere sulla superficie burro a tocchetti, salvia e una spolverata di parmigiano. Passare sotto al grill del forno fino a doratura. Servire caldi.

Note

Precedente Quadrotti Morbidi ai Mirtilli Successivo Zuppa di Cipolle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.